Auto Europe

  • ITALIA
  • Contatta i nostri specialisti
    Noleggio auto in tutto il mondo
    Alamo Rental Car
    Avis Car Rental
    Budget Rental Car
    Dollar Car Rental
    Europcar
    Hertz
    National Car Rental
    Sixt Rent a Car
    Noleggio auto in tutto il mondo

    Ricerca blog


    Categorie

    Ricerca blog in corso......

    La cultura passa per Matera

    Il 17 ottobre 2014 è stato per la città lucana un giorno memorabile: dopo una lunga “disfida”, durata quasi un anno con Siena, Cagliari, Lecce, Perugia e Ravenna, Matera è stata ufficialmente designata Capitale europea della cultura del 2019, in rappresentanza dell’Italia, insieme alla città bulgara di Plovdiv.Per la “città dei Sassi” è un’occasione importante per far conoscere a tutta Europa un patrimonio inestimabile di bellezza e un paesaggio urbano pressoché unico, che ha rappresentato per tanti anni una vera e propria “vergogna nazionale” (così veniva crudamente definita fino alla metà degli Anni Cinquanta, a causa delle terribili condizioni igieniche in cui vivevano gli abitanti degli antichi Sassi), e che ora è motivo di orgoglio e di riscatto, a partire dal riconoscimento come Bene dell’Umanità dell’Unesco, avvenuto nel 1993.Così, la città che ha ospitato il duro esilio di Carlo Levi nella sua celebre opera “Cristo si è fermato a Eboli” è oggi una delle mete più suggestive della Basilicata, e il nostro itinerario di visita prende piede proprio da quel centro storico formato dal “Sasso Caveoso” e dal “Sasso Barisano”, in mezzo ai quali sorge la “Civita”: si tratta di una serie complessa di abitazioni, gallerie e canali, scavati nel calcare e abitati fin dal Paleolitico.Il bianco del calcare, unito ad una serie complessa di cunicoli, aperture, camminamenti, spesso sovrapposti uno sull’altro (lo stesso Levi volle richiamare l’immagine dell’Inferno dantesco) rendono la parte storica della città simile ad un gigantesco formicaio, con un effetto scenografico veramente unico; non è un caso se, dopo Pasolini, con il “Vangelo Secondo Matteo” del 1964, tra i tanti anche Mel Gibson volle girare qui la sua “Passione di Cristo”, dichiarandosi letteralmente scioccato dalla bellezza arcaica del luogo.Ma, accanto al perdersi letteralmente tra i vicoli dei Sassi, il turista che arriva a Matera non può dimenticare di visitare le numerose e bellissime chiese, in primis la Cattedrale, in cui spesso lo stile romanico pugliese si fonde con i successivi interventi di età barocca.Quello che però, ancora di più, lascia letteralmente a bocca aperta sono le Chiese Rupestri (se ne contano circa 150!), vere e proprie chiesette scavate nella roccia, che costellano il paesaggio urbano materano e i dintorni, e che spesso sono testimonianza del frequente passaggio di monaci e eremiti di diversa provenienza, che hanno voluto comunque lasciare una preziosa testimonianza del loro passaggio e della loro fede.Ecco perché vi suggeriamo di organizzare quanto prima un viaggio a Matera, per godere in anteprima delle sue incantevoli bellezze, in attesa che la città inizi le opere pubbliche programmate per presentarla in tutto il suo splendore nel 2019; arrivare a Matera con i mezzi pubblici attualmente non è particolarmente agevole, in quanto la città non è servita da una vera e propria linea ferroviaria (c’è solo un trenino a scartamento ridotto, suggestivo ma decisamente poco efficiente), ed anche le linee di autobus non brillano per rapidità.Ecco perché un autonoleggio è la scelta più conveniente, perché vi consente di arrivare secondo i vostri ritmi nella città lucana, e di visitare i dintorni con comodità e risparmio di tempo … Allora, giocate d’anticipo e programmate subito la vostra visita a Matera: la città vi accoglierà con lo splendore dei suoi millenari tesori!Il team Auto Europe

    Ricerca blog


    Categorie