Auto Europe

  • ITALIA
  • Contatta i nostri specialisti

    AUTONOLEGGIO LOW COST A BARI

    Noleggio auto in tutto il mondo
    Alamo Rental Car
    Avis Car Rental
    Budget Rental Car
    Dollar Car Rental
    Europcar
    Hertz
    National Car Rental
    Sixt Rent a Car
    Noleggio auto in tutto il mondo
    Perché prenotare con noi
    • Confronto delle migliori offerte
    • Nessuna tassa sulla carta di credito
    • Supporto telefonico lun-sab
    • 24.000 sedi di noleggio in tutto il mondo
    • Ottimi prezzi e il miglior servizio dal 1954

    Noleggio auto a Bari - Garanzia di miglior prezzo

    Bari, il capoluogo della Puglia, è una porta aperta sul Mare Adriatico verso l'Oriente: è sempre stata crocevia di popoli e merci in navigazione, dalla Grecia all'Albania e ai rispettivi entroterra. E' anche la città dedicata a San Nicola e dove riposano le sue spoglie, che sono meta di pellegrinaggio dei cattolici ortodossi, particolarmente devoti a questa figura vissuta nel IV secolo d.C. Ma è anche snodo di riferimento delle migliaia di persone che ogni anno arrivano da tutto il mondo a visitare la Puglia. La sua conformazione ad "aquila" con le ali spiegate, è caratterizata da una "testa", la penisola che rappresenta il centro storico (Bari Vecchia) e da un "corpo" che è in parte frutto del disegno urbanistico del cosiddetto Borgo Murattiano, risalente al XIX secolo.

    Per trovare la tariffa migliore per il tuo noleggio auto a Bari non ti rimane altro che affidarti ad Auto Europe. Da 60 anni leader nel campo dell'intermediazione per l'autonoleggio, ti garantiamo le offerte più competitive sul mercato in collaborazione con i nostri partner locali. Puoi prenotare direttamente online oppure contattandoci al numero +39 06 948 045 37. Consultate le recensioni sul noleggio auto a Bari dei nostri clienti per farvi un'idea del nostro servizio.

    Com'è il traffico a Bari?

    Se avete approfittato di un noleggio auto a Bari è bene tener presente che la Città Vecchia è a traffico limitato. La ZTL è divisa in 4 settori (1-2-3-4) ed è delimitata dalle seguenti vie: Corso Vittorio Emanuele - Piazza Massari - Piazza Isabella d'Aragona - Corso Senatore Antonio De Tullio - Lungomare Imperatore Augusto - Piazza IV Novembre.

    Sette telecamere sono poste ai varchi d'accesso, e all'interno di questo perimetro si distringuono varie tipologie di aree: vi è un'area pedonale, interdetta ad ogni tipo di traffico; vi sono le strade azzurre, in cui il transito e il parcheggio è consentito ai soli veicoli muniti di permesso, 24 ore su 24; le strade verdi, con transito consentito solo ai ciclomotori, ai motocicli e alle biciclette; e le strade rosse, in cui le limitazioni di traffico operano solo dalle 20.00 alle 7.00 nei giorni feriali, e 24 ore su 24 nei giorni festivi.

    Dove posso parcheggiare il mio autonoleggio a Bari?

    Anche Bari soffre del comune problema della scarsità dei parcheggi disponibili nelle zone più frequentate per la presenza di uffici o attività commerciali; per questo è stato predisposto un ventaglio di offerte di parcheggi a pagamento, tali da incentivare l'uso dei mezzi pubblici e decosngestionare il traffico nei quartieri centrali.

    Da questo discorso, come detto, è esclusa la zona di Bari vecchia, dove il parcheggio è consentito ai soli residenti muniti di apposita autorizzazione; invece, nella zona denominata ZSR (zona a sosta regolamentata), che copre i quartieri Murat e San Nicola, i residenti possono parcheggiare liberamente, previo acquisto di un contrassegno annuale del costo di 30 euro. Per i non residenti, invece, la sosta è pagamento nei giorni feriali, dal lunedì al sabato dalle 08:30 alle 20:30 e le tariffe variano a seconda delle zone: più si è vicini al centro e più si paga. Nella zona A il costo per ogni ora è di 2 € mentre nelle zone B-C-D è di 1 €. Si può pagare tramite i grattini o utilizzando i parcometri. In questo secondo caso si può sostare anche per alcuni minuti, al costo minimo di 25 centesimi.

    Ua soluzione più economica per il proprio autonoleggio a Bari è rappresentata dalle otto aree di sosta gestite dall'Amtab, la società di trasporto pubblico urbano, in cinque delle quali è anche attivo un utilissimo ed economico servizio di park and ride, con navette che collegano con il centro; è questa una opzione particolarmente interessante, visti i prezzi molto economici e, allo stesso tempo, il fatto che è molto consigliabile lasciare l'auto, propria o a noleggio, in un luogo sicuro.

    Aeroporto di Bari

    L'aeroporto di Bari Palese, nato nel lontano 1934 come aeroporto militare prima, e aperto al traffico civile subito dopo, è situato nel quartiere di Palese - Macchie e si trova a soli 9 km a nord ovest del centro di Bari. Intitolato a Karol Wojtyla è il principale aeroporto della Puglia e uno dei maggiori scali italiani, con una capacità di traffico di crica 3.600.000 passeggeri all'anno. E' stato oggetto, nel corso degli ultimi 15 anni, di cospicui lavori di ristrutturazione e ingrandimento (non ancora terminati), culminati con l'inaugurazione di un nuovo terminal. E' servito dalle maggiori compagnie aeree di linea e low cost e il centro città di Bari è facilmente raggiungibile sia con un autonoleggio all'aeroporto di Bari, sia con il treno, grazie al collegamento ferroviario inaugurato da pochi anni.

    Nome ufficiale: Aeroporto internazionale di Bari Karol Wojtyla o Bari - Palese (BRI)
    Sito web: aeroportidipuglia.it
    Telefono: +39 080 580 0358

    Cosa fare a Bari

    Il capoluogo della Puglia è una delle città più importanti dell'Italia del sud, anche grazie alla sua posizione che da sempre l'hanno resa ponte tra l'entroterra e il mare, e tra l'Italia e i Paesi dell'est, a partire dalla Grecia per continuare con i Paesi slavi. Da secoli quindi la città è crocevia di popoli, genti e lingue diverse e non è quindi un caso che proprio Bari sia sede di una delle più importanti fiere della Penisola, la Fiera del Levante, inaugurata nel 1930. La storia di Bari inizia ben prima del dominio romano, risalente al III secolo a.C., ma ancora oggi sono molto evidenti le tracce della dominazione normanna (soprattutto a Bari vecchia) e poi, nel XIX secolo il piano urbanistico durante il periodo di governo di Gioacchino Murat. Sono anche significative, dal punto di vista architettonico, gli interventi apportati durante il periodo del regime fascista.

    • La Basilica di San Nicola: al centro di Bari vecchia, su un'ampia piazza di un quartiere caratterizzato da vie strette, sorge la basilica del santo patrono di Bari, San Nicola, la cui figura è venerata anche dai cristiani ortodossi che accorrono numerosi in pellegrinaggio, per visitare le sue reliquie. La basilica è uno dei migliori esempi di romanico pugliese, caratterizzato dal candore della facciata, e la sua costruzione risale all'XI secolo d.C.

    • I teatri di Bari: per via della sua posizione, e dei traffici commerciali ed economici dei quali è stata per secoli protagonista, Bari vanta una vita culturale molto vivace, la cui più nota espressione è rappresentata dai suoi tre teatri monumentali: il Petruzzelli, il Piccinni e il Margherita. Di questi, il più noto è forse il primo, inaugurato nel 1903, uno dei più grandi d'Italia, oggetto di un misterioso e rovinoso incendio che nel 1991 lo devastò completamente,condannandolo ad una chiusura protrattasi per ben 18 anni. Il Piccinni è invece il più antico teatro di Bari, ed è stato fondato nel 1854. Il Margherita, infine, costruito nel 1914 letteralmente in riva al mare, è un suggestivo edificio in stile art nouveau che è stato adibito prima a teatro per spettacoli leggeri (contrapposti a quelli ospitati al Petruzzelli) e poi a cinema, fino alla chiusura nel 1979; rimasto inttivo dal 1980 fino al 2009, dopo un lungo (e non ancora completato) restauro è stato restituito alla città come sede espositiva, con probabile destinazione a museo di arte moderna e contemporanea.

    • Il quartiere murattiano: Disegnato dalla volontà di Gioacchino Murat, durante il suo governo nel Regno di Napoli, ed ispirato ai criteri urbanistrici voluti da Napoleone, fu iniziato nel 1816 e originariamente denominato Borgo nuovo, in contrapposizione con Bari vecchia. Nel suo perimetro si trovano alcuni dei più bei palazzi baresi, e alcune delle più frequentate vie della città, come via Sparano. Tra i palazzi meritevoli di visita troviamo Palazzo Mincuzzi, risalente al 1923 e di forta impronta liberty, Palazzo Fizzarotti, in stile eclettico e risalente all'inizio del XX secolo e il Palazzo dell'Acquedotto pugliese, collocato accanto al Teatro Petruzzelli e risalente al 1924 e i cui splendidi interni sono opera di Duilio Cambellotti.

    • La cattedrale di San Savino: E' la cattedrale di Bari e si trova anch'essa a Bari vecchia; iniziata sul finire del XII secolo, sulle vestigia del precedente duomo bizantino, è un altro splendido esempio di stile romanico pugliese, caratterizzato dal bianco candido della sua imponente facciata. Anche gli interni, che sono stati ogeeto di numerosi rimaneggiamente soprattutto in età barocca, sono stati in gran parte riportati alla severa maestosità dello stile originario.

    • La pinacoteca: la Pinacoteca metropolitana di Bari fu istituita nel 1928 e dal 1936 è ospitata nel Palazzo della Provincia, collocato sul lungomare. Intitolata al locale pittore settecentesco Corrado Giaquinto, raccolgie una vasta mole di opere testimonianza soprattutto della cultura artistica pugliese e degli ambinti e dei pittori che, in qualche modo, sono stati legati a questa terra. L'ampia panoramica spazia dalla pittura medievale fino all'arte contemporanea, con tele di autori di primissimom piano quali Tintoretto, Luca Giordano, Giovanni Bellini, Giovanni Boldini, Giorgio De Chirico e Giorgio Morandi.

    • Il castello normanno - svevo: U castidde, come viene chiamato dagli abitanti del posto, sorge nella città vecchia ed è un'imponente fortezza, risalente al XII e al XIII secolo, con funzioni difensive dell'entroterra e adibita nel corso dei secoli anche a prigione e a caserma. Oggetto di notevoli lavori di restauro e soprattutto di un riuscito intervento di illuminazione artistica è diventato progressivamente sempre più fruibile all'intera cittadinanza, come d'altronde è accaduto per l'intero quartiere di Bari vecchia.

    Le migliori escursioni con il mio noleggio auto a Bari

    Polignano a mare

    A soli 33 km. dal capoluogo pugliese, questa magnifica cittadina è famosa per potere coniugare la bellezza del suo mare e delle sue spiagge (è Bandiera Blu ininterrottamente dal 2008) con suggestive bellezze architettoniche, tra cui il centro storico, posto su uno sperone roccioso a picco sul mare. A questo aggiungiamo panorami suggesitivi e la grande riscoperta, dal punto di vista turistico, delle masserie, le grandi dimore nobiliari site nell'agro, sempre accanto a distese di uliveti, vigne o frutteti, ingenitlite da decorazioni architettoniche di pregio e spesso trasformate in relais e residenze turistiche di lusso. Questo mix spiega il successo crescente di Polignano e perchè sia diventata una delle mete più amate della Puglia.

    Grotte di Castellana

    Impressionanti nella loro estensione e nella ricchezza delle decorazioni interne che la natura ha disegnato nel corso di milioni di anni, le Grotte di Castellana, a circa 50 km. da Bari, sono una "scoperta" relativamente recente, e riconducibile soprattutto alla tenacia dello speleologo Franco Anelli che nel 1938 rivelò al mondo la bellezza di questa cavità carsica. Ancor oggi l'esplorazione è ben lungi dall'essere conclusa, ma le grotte sono ora fruibili dal pubblico che giunge numeroso a visitare questo antro misterioso, popolato da piccoli mammiferi e insetti rarissimi, affiancato ora da un museo giustamente dedicato proprio a Franco Anelli.

    I trulli di Alberobello

    Poco distante da Castellana, e a 55 km. dal capoluogo, sempre nell'entroterra troviamo la cittadina di Alberobello, patria dei famosi trulli dichiarati patrimonio dell'umanità Unesco sin dal dicembre 1996. I trulli sono edifici dalla forma conica costruiti in pietra a secco, cioè senza uso di leganti o malte, e utilizzati soprattutto come ricoveri temporanei o come abitazioni dagli agricoltori; nella cittadina di Alberobello se ne conservano ben 1500, anche se edifici simili, ma in concentrazione nettamente inferiore, si trovano in altre zone della Puglia. La bellezza e il perfetto stato di conservazione, oltre che il suo continuo utilizzo, richiamano ogni anno milioni di turisti, affascinati dalla semplice maestosità di questi edifici, la cui storia si perde nella notte dei tempi.

    Informazioni geografiche & cenni storici

    Chi visita la Puglia non può fare a meno di fare una tappa a Bari, capoluogo della Regione e snodo mercantile molto importante per il commercio con l'Europa dell'Est e il Medio Oriente; non è certo un caso se la sua celebre fiera sia chiamata proprio Fiera del Levante! Il suo porto è inoltre uno dei più importanti e affollati del Mar Adriatico. Da qui partono infatti i traghetti per la Grecia, l'Albania e la Croazia. La sua storia, che comincia nell'età del bronzo, è anche una storia di invasioni (Longobardi, Bizantini, Berberi, Normanni) e di conseguenti influenze che si sono startificate nel corso dei secoli. Bari vanta un centro storico molto antico e caratteristico, denominato Bari vecchia, culla dello stile romanico pugliese, oggi molto rivalutato e nuovamente vivace punto di incontro culturale e mondano; ad esso si contrappone idealmente il quartiere più commerciale della città, il quartiere murattiano, retaggio del razionalismo urbanistico di Napoleone e dei suoi seguaci. Simbolo della città è senza dubbio la Basilica di San Nicola in cui sono custodite le reliquie del famoso santo, venerato in particolare modo nell'Europe dell'Est, e che attraggono ogni anno migliaia di turisti e fedeli.

    Come muoversi a Bari

    Il trasporto pubblico della città di Bari è gestito dall'AMTAB (Azienda Mobilità e Trasporti Autobus Bari). La rete dei mezzi pubblici a Bari è costituita da 34 autobus urbani, 12 scolastici e 5 navette che collegano i principali parcheggi al centro della città. La tipologia di biglietti acquistabili va dal più economico, valido per una corsa singola e dal costo di € 1,00, al biglietto da 90 minuti, al costo di € 1,20 per continuare con il biglietto acquistabile direttamente a bordo, dal costo di € 1,50 e di durata pari a 75 minuti; il biglietto giornaliero costa invece € 2,50, mentre il carnet da 10 biglietti da corsa singola costa € 9,00. Gli abbonamenti possono essere settimanali, mensili, mensili a fasce orarie o annuali; particolarmente interessante, anche perchè a costo veramente ridotto, è il biglietto park & ride che consente a chi fruisce dei parcheggi di scambio di viaggiare per tutto il giorno nelle apposite navette al costo di € 0,30. Grazie a un autonoleggio a Bari potrete girare liberamente per la città e i suoi dintorni in grande autonomia e flessibilità oraria.

    Link utili

    Ufficio del turismo di Bari