Auto Europe

  • ITALIA
  • Contatta i nostri specialisti

    AUTONOLEGGIO LOW COST IN SARDEGNA

    Noleggio auto in tutto il mondo
    Alamo Rental Car
    Avis Car Rental
    Budget Rental Car
    Dollar Car Rental
    Europcar
    Hertz
    National Car Rental
    Sixt Rent a Car
    Noleggio auto in tutto il mondo
    Perché prenotare con noi
    • Confronto delle migliori offerte
    • Cancellazione gratuita 48h prima del ritiro auto
    • Nessuna tassa sulla carta di credito
    • Supporto telefonico lun-sab
    • 24.000 sedi di noleggio in tutto il mondo

    Noleggio auto in Sardegna - I prezzi migliori

    La Sardegna è un’isola straordinaria, soprattutto meta di vacanze estive per molti italiani ma anche tanti europei che nel corso del tempo hanno imparato ad apprezzarne le spiagge e la limpidezza del mare, la sua storia, la buona cucina e la giovialità degli abitanti del posto. Tuttavia la Sardegna merita più di una visita perché in ogni stagione dell’anno può soddisfare il desiderio di una vacanza indimenticabile: dalle tante testimonianze archeologiche sparse nell’isola, prime tra tutti i grandi complessi nuragici sopravvissuti a millenni di storia, ai borghetti dalle case in pietra e i balconi fioriti fino alle grandi festività come la celebrazione della giornata di S. Efisio a Cagliari o alla Sartiglia.

    Approfittate di un noleggio auto in Sardegna per esplorare l’isola a tutto tondo, dal nord al sud scoprirete i lati più affascinanti di questa isola e della sua storia. Grazie ad un noleggio auto potrete essere estremamente flessibili negli spostamenti e visitare ogni giorno nuove spiagge, monumenti o partecipare a eventi, festival letterari o di musica che si tengono in varie parti dell’isola.

    Se desiderate noleggiare un’auto al miglior prezzo sul mercato, scegli Auto Europe per il vostro prossimo viaggio in Sardegna. Da oltre 60 anni operiamo come broker di autonoleggio online in oltre 24.000 sedi di 180 paesi del mondo. Grazie all’ampia rete di fornitori internazionali e locali siamo in grado di offrirvi il miglior servizio di noleggio auto ai prezzi più convenienti. Dal nostro sito potrete comodamente scegliere l’auto più adatta alle tue esigenze di viaggio: dalle economy ai van possiamo personalizzare la nostra offerta per coppie, gruppi di amici o famiglie in movimento. Chiamate subito al numero indicato sulla pagina in alto a destra, siamo disponibili 7 giorni su 7 per qualsiasi informazione.

    Com’è il traffico in Sardegna?

    Tranne che nelle zone costiere in estate, le strade dell’isola non sono mai troppo trafficate; anzi, in alcune zone centrali, dove la popolazione è scarsa, vi potrà capitare di percorrere in auto chilometri e chilometri senza incontrare anima viva! Le strade non sempre sono in ottimo stato di manutenzione, ma in compenso alcune consentono delle viste panoramiche spettacolari, lungo le coste ma non solo. Pertanto, guidare in Sardegna richiede un pizzico di attenzione ed evitare di eccedere con la velocità: per non avere problemi è sufficiente rispettare le regole del codice della strada!

    Se il vostro scopo è noleggiare un’auto in Sardegna è necessario portare con voi la patente di guida, il documento d'identità e la carta di credito intestata al guidatore. Se siete alla guida dovrete sempre avere tutta la documentazione dell’auto con voi perché In caso di violazione del regolamento stradale, dovrete pagare la multa sul posto o, in alternativa, vi sarà recapitata dal noleggiatore con una maggiorazione dei costi. Ricordiamo che in Sardegna non ci sono autostrade a pagamento e che il traffico aumenta decisamente nei mesi estivi. Alla guida del vostro autonoleggio in Sardegna allacciate sempre le cinture di sicurezza e rispettate i limiti di velocità vigenti sull’isola:

    • Strade urbane: 50 km/h
    • Strade a scorrimento veloce: 70 km/h
    • Strade extraurbane provinciali: 90 km/h
    • Superstrade: 110 km/h

    Dove posso parcheggiare il mio autonoleggio in Sardegna?

    Come detto anche per il traffico, trovare un parcheggio nelle strade della Sardegna è sicuramente un problema, quando si è nei pressi di una spiaggia frequentata e si è in luglio o in agosto. Però, a parte questi sporadici casi, nei quali è sempre bene andare alla ricerca di un parcheggio a pagamento, qualche difficoltà si registra nei centri maggiori, soprattutto Cagliari e Sassari, e nei centri costieri, ma limitatamente all’estate. Per il resto in Sardegna è abbastanza semplice trovare dove parcheggiare, anche gratuitamente a bordo strada; tuttavia, per chi ha deciso di visitare l’isola con un noleggio auto in Sardegna, è sempre consigliabile affidarsi ad un parcheggio a pagamento, per evitare spiacevoli sorprese quali danneggiamenti o tentativi di effrazione.

    Aeroporti in Sardegna

    In Sardegna sono tre gli aeroporti internazionali che accolgono gran parte del flusso turistico proveniente dall’Italia e dall’Europa che approda sull’isola. L'aeroporto di Cagliari è il primo aeroporto dell’isola per flusso di passeggeri. Collocato nel comune di Elmas a nord-ovest da Cagliari, dista circa 6 km dal centro città. L'aeroporto di Olbia è il principale aeroporto del nord est Sardegna e si trova a 4 chilometri di distanza dal centro di Olbia. Piccoli tragitti in auto consentono di visitare alcune delle località balneari più belle della Sardegna. Guidando per circa 30 chilometri di macchina si possono visitare Porto Cervo o San Teodoro. Infine nella parte nord-occidentale della Sardegna è collocato l'aeroporto di Alghero che dista circa 10 chilometri da Alghero e 30 chilometri dalla città di Sassari.

    Aeroporto di Cagliari Elmas Mario Mameli (CAG)
    Indirizzo: via dei Trasvolatori, 09030 Elmas, Italia
    Sito web: www.sogaer.com
    Telefono: +39 070 211211

    Aeroporto di Olbia Costa Smeralda (OLB)
    Indirizzo: Aeroporto Costa Smeralda, 07026 Olbia, Italia
    Sito web: www.geasar.it
    Telefono: +39 0789 563444

    Aeroporto di Alghero Fertilia Riviera del Corallo (AHO)
    Indirizzo: Aeroporto di Alghero-Fertilia, Regione Nuraghe Biancu, 07041 Alghero, Italia
    Sito web: www.aeroportodialghero.it
    Telefono: +39 079 935282

    Cosa fare in Sardegna

    Dal nord al Sud la Sardegna è un’isola dalle molte sfaccettature da scoprire un po’ per volta e programmando diversi viaggi nel corso del tempo per poterla vivere intensamente con le sue meravigliose spiagge, i suoi paesaggi incantevoli, le ricche testimonianze storiche, gli eventi culturali e l’amabilità della gente che la abita. Di seguito vogliamo indicarvi alcuni dei luoghi più belli della Sardegna che, con un autonoleggio in Sardegna, potete facilmente visitare e amare:

    • Alghero - La città di Alghero, anche se molto turistica, resta una delle località di mare più belle della Sardegna. Famosa per lo splendido centro storico da percorrere tutto a piedi passeggiando per i vicoli lastricati, sorge sulla costa nord-occidentale della Sardegna. Arrivate fino alla Cattedrale e non mancate una visita al campanile da cui potrete godere una vista meravigliosa su tutta la città. Soffermatevi a prendere qualcosa in un bar all’aperto sulla Piazza Civica, la principale piazza del posto e godetevi la giornata di sole. Se desiderate scoprire l’artigianato locale visitate il Museo del Corallo per ammirare preziosi gioielli di un’arte antica. Infine, potrete impegnare le vostre serate in lunghe passeggiate sul lungomare o sui bastioni recentemente ristrutturati.

    • La spiaggia della Pelosa - Questa splendida spiaggia, nota ovunque per lo splendore del paesaggio, resta uno degli spettacoli naturali più belli presenti sull’isola. Per le sue caratteristiche e i suoi colori è spesso associata alla bellezza di una spiaggia caraibica. Qui la macchia mediterranea fa da cornice ad una spiaggia di sabbia finissima e bianca, bagnata dalle acque cristalline e turchesi del mare di Stintino, nel nord della Sardegna. L’indimenticabile esperienza di un bagno rigenerante alla spiaggia della Pelosa sarà accompagnato dalla vista della Torre della Pelosa, una fortificazione aragonese che si estende su una piccola isoletta poco distante e dalla vista della meravigliosa isola dell’Asinara.

    • Il villaggio nuragico di Barumini - Nella provincia del Medio Campidano si erge maestoso il complesso nuragico di Barumini, il sito archeologico più importante della Sardegna, riconosciuto come patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Situato nel territorio di Barumini, Su Nuraxi è la testimonianza di un insediamento umano cresciuto intorno ad un nuraghe risalente all’età del Bronzo. Al tempo, il nuraghe, che significa "mucchio di pietre" e "cavità", aveva forma di tronco conico con funzioni per lo più difensive e di sorveglianza delle terre circostanti dai pericoli che venivano soprattutto dal mare. Intorno al nuraghe di Barumini furono costruite molte capanne di forma circolare che accoglievano la popolazione circostante, i cui resti sopravvivono ancora oggi. Infatti la particolarità di questo sito è proprio quello di poter passeggiare in un ambiente preistorico suggestivo e senza tempo.

    • La Sartiglia - A Oristano dire carnevale vuol dire Sartiglia: torneo cavalleresco di origine antichissima, si svolge in due tornate, l’ultima domenica e martedì di carnevale e consiste nel tentativo di una serie di cavalieri di infilzare con una spada una stella di metallo sospesa con un nastro verde al centro del viale dove gli stessi si gettano al galoppo. Oltre che per i meravigliosi costumi, la Sartiglia è un evento speciale per via della calda partecipazione popolare, le sfilate di figuranti trombettieri, tamburini e banditori, e le spericolate pariglie, acrobazie di cavalieri, da soli o in gruppo, in sella ai loro cavalli.

    • Cagliari - Il capoluogo dell’isola, Cagliari è una bellissima città che si estende sul Golfo degli Angeli che solo negli ultimi trent’anni ha scoperto e valorizzato la sua vocazione turistica. E’ probabile che questo sia la somma di una serie di fattori: i voli low cost, il nuovo terminal crociere, la pedonalizzazione e la ristrutturazione dei quartieri storici. Oggi Cagliari è una città vivacissima in tutti i mesi dell’anno, sicuramente agevolata da un clima piacevole e da un’atmosfera che non è mai caotica o esagitata. L’offerta di locali, ristoranti, strutture alberghiere ‘ aumentata di numero e qualità, e chi visita l’isola non può certamente esimersi dal visitare la città.

    • Sant’Anna Arresi Jazz Festival - Da 35 anni, in questo piccolo paese (2700 abitanti) del Sulcis, nel sud Sardegna, si svolge un festival di musica jazz che, nato quasi scommessa, ha portato in questo lembo di terra i nomi più altisonanti del jazz, e non solo, italiano e mondiale, con anche una serie di produzioni originali e, quindi, irripetibili. A pochi chilometri dalla spiaggia di Porto Pino, nella piazza dominata da un maestoso nuraghe, le serate del Sulcis, per circa dieci giorni, si colorano con i colori di una musica a volte non facile, ma sempre molto affascinante.

    Le migliori escursioni con il mio noleggio auto in Sardegna

    Avere a disposizione un'auto, senza essere dipendenti dai mezzi pubblici, spesso non molto efficienti, vi consente di programmare degli itinerari interessantissimi, riuscendo a passare in poco tempo dalle spiagge piú belle ed esclusive (o selvagge, a seconda di quello che state cercando) alle meraviglie delle zone interne, ricche di fascino e tradizioni millenarie, delle quali hanno conservato il fascino e il mistero. Senza dimenticare una visita alle cittadine, che conservano angoli suggestivi e lontani dal turismo di massa. Vi vogliamo proporre pertanto alcuni di questi itinerari, che appunto non riguardano solo le zone costiere, ma si inoltrano anche nell'entroterra, alla scoperta della storia e delle tradizioni della Sardegna e del suo popolo.

    La Costa Smeralda

    Quando atterrate a Olbia la prima cosa che passa in mente al turista è quella di visitare la famosa Costa Smeralda. Al di là degli eccessi e dei prezzi non certo amichevoli, la zona che comprende Arzachena, Porto Cervo e Porto Rotondo è costellata di spiagge meravigliose calette spettacolari, oltre che da un mare di una bellezza esagerata. Ma per chi invece è in cerca di movida, questa è la parte della Sardegna che in estate si riempie di vip o presunti tali, e si accendono fino a notte fonda le luci dei locali notturni più prestigiosi.

    L’arcipelago della Maddalena

    Un pò più a nord, dopo avere preso il traghetto da Palau, potete raggiungere l’Isola della Maddalena, circondata da tante altre isolette, che costituiscono una riserva naturale marina, tra cui Caprera, celebre per essere stata la residenza, fino alla morte, di Giuseppe Garibaldi, e sede anche di una prestigiosa scuola velica. Ma La Maddalena, che è anche un'importante base della Marina Militare, ha il fascino dell’essere isola nell’isola; e poi è sicuramente imperdibile un viaggio in barca lungo l'arcipelago, alla scoperta di alcune isole minuscole che richiamano veramente i paradisi tropicali.

    Il villaggio nuragico di Tiscali

    Il nome è forse conosciuto per via di una nota compagnia telefonica e provider di servizi internet, ma in realtà Tiscali è il nome di un misterioso villaggio nuragico che si trova nel Supramonte, al centro della Sardegna, in una delle zone più selvagge e suggestive dell’intera regione. Risalente al XV secolo a.C. e abitato fino al I secolo a.C., se ne erano perse le tracce fino agli inizi del Novecento; per quanto purtroppo depredato e danneggiato, è stato solo in tempi sottoposto a tutela, sia dal punto di vista archeologico che da quello naturalistico. Si trova infatti all’interno di una grande cavità rocciosa, risultando pressoché invisibile dall’esterno; ricordate però che l’ingresso è a pagamento ed è raggiungibile solo dopo un impegnativo trekking di circa due ore.

    Ogliastra

    Forse una delle zone meno conosciute della Sardegna, per via della mancanza di centri abitati particolarmente grandi (il maggiore è Tortolì, con circa 11.000 abitanti) e perché per lunghi anni di non rapida raggiungibilità per via di una rete stradale piuttosto tortuosa, l'Ogliastra è la parte dell’isola che vanta il maggior numero di bandiere blu, oltreché godere di una commistione tra mare incantato e montagne che arrivano fino alla costa. Una vacanza quindi per tutti i gusti, escluso forse chi è alla ricerca della mondanità; ma la bellezza delle spiagge ripaga abbondantemente questo sacrificio!

    Costa verde e archeologia industriale

    Un’altra zona meritevole di essere scoperta, e che unisce alla bellezza delle coste selvagge il fascino delle rovine dei vecchi impianti estrattivi, e di villaggi minerari quasi abbandonati, è la Costa Verde. In senso ampio si estende dal sud di Oristano fino all’Iglesiente. Montevecchio, Ingurtosu, Piscinas, fino a Buggerru e Masua, il mare e le miniere formano un binomio inusuale ma sicuramente azzeccato e ricco di potenzialità.

    L’isola di San Pietro

    Arriviamo così al sud dell’isola, per imbarcarci verso un’altra isola, partendo da Portoscuso o da Calasetta. La nostra destinazione è l’Isola di San Pietro, il cui unico centro abitato è Carloforte, graziosa cittadina di circa 6.000 abitanti, la cui peculiare caratteristica è quella di parlare una lingua completamente diversa da quella sarda, ma inconfondibilmente ligure, retaggio di coloro che , provenendo da Pegli, fondarono la cittadina nel 1738. Anche la sua cucina, i suoi cognomi e persino i tratti somatici dei suoi abitanti sono abbastanza differenti da quelli del resto della Sardegna. Insomma, mare, spiagge e scogliere e una storia tutta particolare e da scoprire, così come il suo secolare legame con la pesca del tonno e la sua lavorazione.

    Come muoversi in Sardegna

    La rete ferroviaria della Sardegna, in verità non particolarmente sviluppata e con tempi di percorrenza media generalmente abbastanza elevati, è gestita in parte dalle Ferrovie dello Stato (RFI e Trenitalia) e in parte dall'Azienda Regionale Sarda Trasporti. Durante la stagione estiva, un treno turistico, chiamato Trenino Verde, collega alcuni dei principali punti paesaggistici dell'isola. La rete stradale, come detto, è priva di autostrade, ma abbastanza capillarmente consente di raggiungere con facilità tutte le principali località turistiche. Da non dimenticare sono poi i traghetti che collegano la terraferma con alcune delle isole più importanti della Sardegna, in primo luogo Carloforte e La Maddalena, e i traghetti che collegano Santa teresa di gallura con Bonifacio, in Corsica.

    Link utili

    Informazioni turistiche