Auto Europe

  • ITALIA
  • Contatta i nostri specialisti

    AUTONOLEGGIO LOW COST IN SICILIA

    Noleggio auto in tutto il mondo
    Alamo Rental Car
    Avis Car Rental
    Budget Rental Car
    Dollar Car Rental
    Europcar
    Hertz
    National Car Rental
    Sixt Rent a Car
    Noleggio auto in tutto il mondo
    Perché prenotare con noi
    • Confronto delle migliori offerte
    • Cancellazione gratuita 48h prima del ritiro auto
    • Nessuna tassa sulla carta di credito
    • Raggiungibili da lunedì a domenica
    • 24.000 sedi di noleggio in tutto il mondo

    Noleggio auto in Sicilia - I prezzi migliori

    Con 60 anni di esperienza Auto Europe è ormai un'azienda leader nel campo del noleggio auto in tutto il mondo. Vi offriamo servizi di qualità in più di 24.000 sedi dislocate in 180 Paesi. Per il vostro noleggio auto in Sicilia collaboriamo con importanti partner nelle principali città, tra cui Palermo, Catania e Trapani, nonché in centri più piccoli come Messina, Cefalù e Agrigento. Vi offriamo diverse categorie di auto tra cui potrete scegliere quella più adatta alle vostre esigenze.

    La Sicilia è l'isola più estesa del Mar Mediterraneo. In prevalenza montuosa, l'isola ospita il più alto vulcano europeo ancora attivo, l'Etna, che è anche tra i vulcani più attivi al mondo. Grazie alle sue passate eruzioni i terreni in Sicilia sono molto fertili e per questo motivo sono tutti completamente coltivati. Con un comodo autonoleggio con noi avrete modo di girare l'isola e noterete un paesaggio in cui si alternano monti e distese di viti, ulivi, campi di pomodori, limoni ecc. Il clima tipicamente mediterraneo, con estati calde e inverni piovosi facilita l'agricoltura e attira persone da tutto il mondo a trascorrere le proprie vacanze in Sicilia. Con un'auto potrete muovervi liberamente sull'isola e visitare tanti posti straordinari. Consultate la nostra guida di viaggio per un road trip in Sicilia, troverete molte indicazioni utili sugli itinerari più belli da percorrere in auto e su cosa visitare sul posto.

    Un viaggio di lavoro o, meglio ancora, una vacanza richiedono un’organizzazione che consenta di sfruttare al meglio, e senza imprevisti, il tempo a disposizione. Per questo, affidarsi ad Auto Europe è sicuramente la scelta migliore: per il vostro viaggio in Sicilia potete scegliere tra decine di stazioni di ritiro, a partire dagli aeroporti dell’isola, fino ai porti o anche aIle stazioni principali. Una scelta vasta di modelli e i prezzi sempre vantaggiosi garantiscono il successo del vostro viaggio, e la vostra soddisfazione come clienti è da sempre uno dei nostri punti di forza.

    Com’è il traffico in Sicilia?

    La Sicilia è sicuramente una regione in cui la guida può essere impegnativa: nelle principali città, prima di tutto a Palermo e a Catania, il traffico è normalmente molto caotico e disordinato, con frequenti ingorghi e tempi di percorrenza molto lunghi; consigliamo in questi casi di avere molta pazienza e rispettare il più possibile le norme del codice della strada, ma anche di essere molto attenti perché lo stile di guida di molti locali è spesso sopra le righe e non ligio alle regole. Occhio anche ai motorini, che sfrecciano a lato sia da destra che a sinistra! Il quadro cambia abbastanza fuori dai centri abitati, e soprattutto nelle strade al centro dell’isola, dove invece il pericolo maggiore può derivare da uno stato di manutenzione del fondo stradale non proprio eccellente. Perciò, se avete optato per un autonoleggio in Sicilia, il nostro suggerimento è quello di rimanere sempre attenti al volante, anche per prevenire eventuali problemi non riconducibili alla vostra condotta di guida.

    Più in generale, oltre ai nostri suggerimenti, vi ricordiamo che le regole stradali della Sicilia sono quelle previste nel codice della strada: come promemoria, potete dare un’occhiata alla nostra pagina dedicata alle informazioni sulla guida in Italia, che peraltro dovrebbero essere familiari a chi normalmente guida nel nostro Stato. Per fare cenno alle regole principali, ricordatevi che i limiti di velocità sono:

    • Sulle strade urbane: 50 km/h (massimo, con zone a 30 km/h);
    • Strade statali: 110 km/h;
    • Autostrade: 130 km/h,

    anche se in Sicilia, da un lato, il pagamento di pedaggio è previsto solo in brevi tratti della rete autostradale, dall’altro il talvolta cattivo stato di manutenzione comporta l’abbassamento del limite di velocità massima consentito.

    Dove posso parcheggiare il mio autonoleggio in Sicilia?

    Per chi ha deciso di viaggiare in auto in Sicilia, per lavoro o in vacanza, la ricerca di un parcheggio può essere faticosa e, soprattutto, è caldamente consigliabile trovare un parcheggio che garantisca sicurezza e possibilmente la custodia; e questo vale sia per le città maggiori, dove il parcheggio su strada è estremamente difficile, sia per le altre località, dove ragioni di sicurezza consigliano di optare per strutture di ricezione munite di un proprio parcheggio. Anche in questo caso, però, al di fuori delle grandi città, e della stagione estiva, il parcheggio su strada, nei numerosi piccoli centri sparsi nell’isola, è disponibile, per cui per soste brevi non vi dovrebbero essere particolari difficoltà. Ricordate, come ovvio, di prestare attenzione alle zone delimitate da strisce azzurre, per le quali il parcheggio è a pagamento, tramite il pagamento di un ticket orario.

    Aeroporti in Sicilia

    In Sicilia sono presenti ben quattro aeroporti nell’isola maggiore, e altri due rispettivamente nelle isole di Lampedusa e Pantelleria. I collegamenti operanti sono numerosi, sia con le altre città italiane che con molte altre destinazioni europee. Il principale è l’aeroporto di Catania, che si trova nella località Fontanarossa ed è intitolato al musicista Vincenzo Bellini. L'aeroporto di Palermo è invece intitolato ai due eroici magistrati vittime della mafia, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. A sud troviamo invece l’aeroporto di Trapani, intitolato a Vincenzo Florio, mentre la parte sud orientale è servita dal più piccolo dei quattro aeroporti, l’aeroporto di Comiso, denominato aeroporto degli Iblei e dedicato ad un’altra vittima della mafia, Pio La Torre.

    Nome ufficiale: Aeroporto di Catania Fontanarossa Vincenzo Bellini (CTA)
    Indirizzo: Via Fontanarossa, 95121 Catania, Italia
    Sito web: www.aeroporto.catania.it
    Telefono: +39 095 723 911 16

    Nome ufficiale: Aeroporto di Palermo Punta Raisi Falcone e Borsellino (PMO)
    Indirizzo: Località Punta Raisi, 90145 Cinisi (PA), Italia
    Sito web: www.aeroportodipalermo.it
    Telefono: +39 800 541 880

    Nome ufficiale: Aeroporto di Trapani Birgi Vincenzo Florio (TPS)
    Indirizzo: Contrada Birgi Nivaloro, 91020 Trapani, Italia
    Sito web: www.airgest.it
    Telefono: +39 0923 610 111

    Nome ufficiale: Aeroporto di Comiso Pio La Torre (CIY)
    Indirizzo: SP5, 97013 Comiso (RG), Italia
    Sito web: www.aeroportodicomiso.eu
    Telefono: +39 0932 961 467

    Cosa fare in Sicilia

    Perla mediterranea, la Sicilia è una delle regioni italiane più belle e affascinanti per la sua storia, la sua arte, la bellezza del paesaggio che si sposa con una cucina regionale dai sapori tipici e ineguagliabili. Essendo l’isola più estesa del Mar Mediterraneo presenta innumerevoli località, spiagge, riserve naturali e suggestivi siti archeologici che vale la pena visitare e dunque è bene organizzare al meglio le proprie vacanze per tappe concentrandosi su aree specifiche dell’isola. Di seguito vi daremo alcuni consigli per vivere a pieno le vacanze con il vostro noleggio auto in Sicilia.

    • Palermo - Tra le primissime mete turistiche da visitare in Sicilia occidentale non può mancare Palermo, capoluogo della regione. Lo splendido centro storico è da esperire completamente a piedi girando per le strade e i vicoli alla scoperta dei suoi straordinari monumenti. Primo tra tutti, il Palazzo dei Normanni o Palazzo Reale, risalente all’undicesimo secolo è oggi sede dell’Assemblea regionale siciliana. Dimora dei sovrani durante il Regno delle due Sicilie, il Palazzo dei Normanni è la più antica residenza reale in Europa. La ricchezza della costruzione con le sue stanze e i pregevoli elementi di arredo vi conquisteranno insieme alla splendida e unica Cappella Palatina, vero e proprio gioiello architettonico a tre navate, la cui cupola e le absidi sono decorate da antichi e preziosissimi mosaici bizantini. In visita a Palermo non potrete mancare un salto alla Cattedrale della città per ammirare le tombe reali o godervi una rappresentazione nello splendido Teatro Massimo, famoso per l’ottima acustica e il rinomato calendario della stagione. Inoltre non potrete mancare una passeggiata in uno degli storici mercati rionali di Palermo. Qui non solo potrete acquistare dei prodotti locali di qualità ma soprattutto potrete interagire con la gente del posto e immergervi in un’atmosfera davvero unica e pittoresca. Il Mercato di Ballarò è sicuramente uno dei più antichi e caratteristici mercati di Palermo dove potrete trovare ogni sorta di merce o assaggiare dell’ottimo street food palermitano.

    • Trapani - Tra le più belle città della Sicilia occidentale, Trapani è un’affascinante città costiera circondata da splendide spiagge, incantevoli isole e antichi borghi e paesini. Una visita alla città di Trapani vi porterà dapprima nel centro storico con le sue antiche vie lastricate in pietra dove, passeggiando, potrete ammirare palazzi nobiliari e edifici barocchi di grande pregio artistico. Moltissimi sono gli edifici religiosi di pregio presenti in città, tanto da essere definita la “città delle cento chiese”. Si parte dall’antica Cattedrale di San Lorenzo la cui costruzione, pur risalendo all’epoca normanna fu poi completamente ristrutturata in epoca barocca. Tra gli edifici religiosi più imponenti di Trapani ricordiamo ancora il complesso dell’ Annunziata. Il Santuario eretto nel Quattrocento possiede ancora l’antica facciata gotica con il rosone. Al suo interno è custodita la celebre Madonna di Trapani, la cui leggenda la vuole dono di un misterioso cavaliere templare di ritorno dalla Siria e approdato sulle coste siciliane dopo una terribile tempesta. All’interno dell’enorme complesso merita una visita anche il Museo Pepoli, con una sezione dedicata all’antica arte locale della lavorazione del corallo. Continuate la vostra passeggiata per le suggestive vie del centro come via Garibaldi o il Corso Vittorio Emanuele dove ammirare splendide dimore nobiliari come Palazzo Borgio o Palazzo Senatorio, oggi sede degli uffici del comune facendo poi una piccola pausa in uno dei tanti caffè che affollano le strade della città. Infine non mancate una visita alla Piazza del Mercato del Pesce, cuore pulsante di una delle maggiori attività commerciali della città e dove è possibile trovare il meglio dei prodotti ittici locali.

    • Catania Sulla costa orientale della Sicilia si estende ai piedi dell’Etna l’antica città di Catania. Completamente ricostruita dopo un terribile e distruttivo terremoto avvenuto nel 1683, Catania rinacque tra lo stile barocco di suoi palazzi nobiliari e delle splendide chiese. Da allora la sua bellezza è rimasta immutata, tanto che l’UNESCO ha dichiarato il centro storico della città come Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Tra le chiese barocche di Catania più belle ricordiamo il Duomo, ovvero la Cattedrale di Sant’Agata che si erge maestosa sull’omonima piazza nello splendore della sua facciata in marmo bianco. All’interno della Cattedrale si custodiscono le spoglie della giovane Agata, patrona della città, festeggiata con tutti gli onori ogni anno nel mese di febbraio. Vicino a Piazza Duomo sono visitabili anche il tradizionale e pittoresco mercato del pesce e le rovine dell’antico teatro romano. Da Piazza Duomo incamminatevi lungo la Via Etnea, strada principale della città da dove ammirare lo spettacolo dell’Etna mentre fate shopping o vi rilassate al tavolino di un caffè. In Via Etnea si trova anche Villa Bellini, dove potrete passeggiare tra i viali fioriti e gli antichi alberi godendovi la rilassante atmosfera. Nelle vostre passeggiate alla scoperta della città non perdete anche una visita a Via Crociferi e a Castello Ursino, antica fortezza normanna, oggi sede del Museo civico.

    • Taormina - Tra i principali punti di interesse turistico nella Sicilia orientale, c’è senz’altro la città di Taormina. Posta su un’altura collinare, con l’Etna sullo sfondo, appare come sospesa tra le rocce montagnose e il mare regalando viste mozzafiato su scenari naturali di grande bellezza. Ma la bellezza di Taormina non è legata solo al fascino del paesaggio; la cittadina è sempre stata un polo di attrazione per tutti coloro che in Sicilia ci sono passati, come dominatori, commercianti, visitatori o turisti. Il suo meraviglioso teatro greco-romano antico, ancora oggi utilizzato per rappresentazioni suggestive, da la misura dell’importanza del sito, giá dal III secolo a.C., E non possiamo certo scordare che, a partire da Goethe, Taormina fu una delle mete obbligate del Grand Tour lungo l’Italia, fino a divenire, fino agli anni Sessanta, un luogo di ritrovo di intellettuali, artisti, playboy internazionali e locali, che ne hanno conferito un alone leggendario. Questa aura, che ha sofferto un pó di declino a partire dagli anni Settanta, sta ora prendendo vigore con la scelta verso un turismo meno massificato.

    • Agrigento Patria del grande Luigi Pirandello, quando ancora la cittá si chiamava Girgenti, nome che ha mantenuto fino al 1927, Agrigento, Akragas per gli antichi, é mondialmente celebre per la sua Valle dei Templi, dove si trovano concentrati, in un’area relativamente ristretta (circa 1300 ettari), ben undici templi, tre santuari e numerose necropoli. Patrimonio dell’Umanitá per l’Unesco, Agrigento attrae ogni anno migliaia di turisti che si lasciano incantare dalla magia dei suoi templi.

    • Cefalù Nel nord della Sicilia si estende lungo la costa lo splendido borgo di Cefalù, la cui splendida Cattedrale della Trasfigurazione è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall’Unesco come testimonianza architettonica arabo-normanna. La cittadina si trova a circa 70 km. da Palermo, ed è anche una delle localitá balneari piú frequentate dell’intera isola. Il clima estremamente gradevole anche in inverno e le numerose bellezze architettoniche presenti la rendono comunque una meta ambita in tutti i mesi dell’anno.

    Le migliori escursioni con il mio noleggio auto in Sicilia

    Risulta veramente difficile fare una selezione tra gli innumerevoli itinerari, tra loro diversissimi, che é possibile sperimentare con il vostro autonoleggio in Sicilia! Archeologia, dai fenici ai romani, passando per la dominazione greca; oppure arte, da quella normanna al barocco tipico siciliano. O ancora dalla gastronomia, dalle infinite varianti, alla natura. E senza dimenticare la variabile rappresentata dai numerosi arcipelaghi e isole, un mondo a parte nel giá composito mondo siciliano. Insomma, noi vi proponiamo qualche suggerimento, ben consapevoli di averne omesso altre decine, tutti validi ed interessantissimi.

    L’Etna

    Chi visita la Sicilia non può farsi mancare un'escursione al più alto vulcano attivo di tutta l’Europa. Dall’alto dei suoi 3.326 metri di altezza sul livello del mare, la montagna emerge imperiosa ed è visibile anche a lunghissima distanza. L’attività vulcanica è frequente e spesso imponente ma, per fortuna e per intervento dell’uomo, raramente ha provocato vittime e anche i danni rimangono generalmente abbastanza limitati. Per questo motivo, il vulcano è meta continua di escursioni, che spaziano dalla visita alla sommità (ove è possibile farlo in sicurezza), alle passeggiate nel paesaggio circostante, che varia da ampie distese completamente desertiche, ricoperte di lava, ai folti boschi, alle fertili vallate, rese particolarmente produttive proprio dai sedimenti lavici. Senza dimenticare poi che, per molti mesi dell’anno, la cima dell’Etna è ricoperta da un candido manto di neve, ed è pertanto possibile praticare vari sport invernali.

    Il barocco della Val di Noto

    Riconosciuto nel 2002 patrimonio dell’umanità da parte dell’Unesco, il tardo barocco della Val di Noto è uno stile architettonico che si è sviluppato in questa zona, in gran parte in seguito alla necessità di ricostruzione di numerosi edifici religiosi distrutti dalla furia del terremoto che devastò questa valle nel 1693. Sono otto i comuni che possono vantare esempi di tardo barocco tutelati dall’Unesco: Caltagirone, Militello, Scicli, Modica, Noto, Ragusa, Palazzolo Acreide e, infine Catania (anche se questa, geograficamente, non si trova nella Val di Noto). E’ quindi un itinerario abbastanza agevole da percorrere in tempi limitati e molto omogeneo, che consente però di conoscere un particolare stile che si presenta ancora oggi in un buono stato di conservazione.

    Le saline di Mozia

    Vicino alla cittadina di Marsala, resa celebre dallo sbarco dei Mille, troviamo lo Stagnone, la laguna più grande della Sicilia, con un’estensione di più di 5 kmq, al cui interno (le acque sono estremamente basse, da 50 cm. ad un massimo di circa due metri) si trovano quattro isole; la più nota è chiamata oggi San Pantaleo, ma in passato il suo nome era Mozia, ed era un’importante città fenicia, di origini antichissime (si parla del XII secolo a.C.), di cui ancora oggi sono visibili e visitabili le vestigia. La città venne pressoché abbandonata nel corso del III secolo a.C. e questo ne ha consentito la salvaguardia delle sue principali caratteristiche di città fenicia. Le saline che la circondano sono a loro volta parte di una riserva naturalistica importante per la presenza di numerose specie di avifauna e flora che ha prodotto numerosi endemismi.

    Le ville tardoantiche siciliane

    Questo itinerario,non breve, mette in connessione le tre più importanti ville romane tardoantiche presenti in Sicilia, a partire da quella più celebre, la villa romana del Casale, situata a Piazza Armerina, in provincia di Enna, con la villa di Patti, vicino a Messina, e la villa del Tellaro, nei pressi di Noto. Punto di partenza, anche perché si tratta di uno di quei luoghi dell’isola che non si può fare a meno di vedere, è la villa romana di Piazza Armerina, località che si trova a quasi 700 m.s.l.m. e che si trova vicina anche dell’importante area archeologica di Morgantina. Di questa villa, caratterizzata da splendidi mosaici, sicuramente colpisce la memoria la figura delle fanciulle che, in una sorta di bikini ante litteram, giocano con una palla; ma l’enorme complesso offre tanti altri motivi di visita. Le altre due ville, scoperte in tempi più recenti, e meno note, sono però citate insieme perché servono a comporre un quadro di insieme di queste particolari residenze risalenti ad un periodo di inizio di decadenza dell’Impero romano.

    Le isole Eolie

    Un rapido salto verso la costa settentrionale dell’isola, da cui potete spiccare il balzo, a bordo di traghetto o di aliscafo, verso l'arcipelago delle Isole Eolie. Le Eolie sono sette: Lipari, Salina, Vulcano, Stromboli, Filicudi, Alicudi e Panarea. Ad eccezione di Lipari, che raggiunge i 10.000 abitanti, le altre isole sono abitate da poche centinaia di abitanti, anche se nella stagione estiva tendono ad essere meta di una vera e propria invasione turistica. E’ un itinerario che non è certo il più adatto per sfruttare al meglio il vostro noleggio auto, però è anche vero che vale certamente la pena visitare almeno una delle isole, che peraltro conservano, ciascuna, una propria caratteristica e identità.

    I luoghi di Montalbano

    Un itinerario trasversale, che copre varie località della Sicilia orientale, è quello che attraversa i luoghi dove sono ambientate le storie e la serie televisiva del celebre Commissario Montalbano, nato dalla fantasia di Andrea Camilleri e ormai celebre in tutta Europa. Nelle opere di Camilleri i nomi delle località sono quasi sempre di fantasia, ma ben riconoscibili nella realtà, e soprattutto ormai meta puntuale di veri e propri tour sono le abitazioni, gli scorci, i palazzi dove la serie è stata girata. Così, la cittadina di Vigata, nella realtà, sarebbe Porto Empedocle, luogo natale di Andrea Camilleri; e la casa di Montalbano, così invidiata, è nella vita di tutti i giorni, un bed and breakfast e si trova nella spiaggia di Punta Secca, a Marinella, una frazione di santa Croce di Camerina, nella provincia di Ragusa. Un altro must della serie è la sede del commissariato, che altro non è che il municipio della cittadina di Scicli. E, per finire, si può concludere con un pranzo nel ristorante preferito da Montalbano, che nella realtà esiste veramente, e si trova a Ragusa Ibla.

    Come muoversi in Sicilia

    Per raggiungere la Sicilia dal continente esistono numerose opportunità: auto propria, passando per lo Stretto di Messina, linee navali in collegamento con numerosi porti italiani e stranieri, treni a lunga percorrenza, ma, soprattutto, numerosi collegamenti aerei. Meno semplice è invece spostarsi all'interno dell’isola, se si vogliono utilizzare i mezzi pubblici: esistono infatti numerosi collegamenti ferroviari e nell’isola operano tantissime compagnie, pubbliche e private, che assicurano i collegamenti con pressoché tutti i centri; tuttavia occorre tenere presente che i tempi di percorrenza sono solitamente piuttosto lunghi, per cui bisogna armarsi di tanta pazienza! Comunque, tra i collegamenti ferroviari più efficienti vi consigliamo le tratte Palermo-Messina, Palermo-Trapani, Messina-Catania-Siracusa e Palermo-Agrigento.

    Link utili

    Informazioni turistiche