Auto Europe

  • ITALIA
  • Contatta i nostri specialisti

    AUTONOLEGGIO LOW COST AD ALGHERO

    Noleggio auto in tutto il mondo
    Alamo Rental Car
    Avis Car Rental
    Budget Rental Car
    Dollar Car Rental
    Europcar
    Hertz
    National Car Rental
    Sixt Rent a Car
    Noleggio auto in tutto il mondo
    Perché prenotare con noi
    • Confronto delle migliori offerte
    • Cancellazione gratuita 48h prima del ritiro auto
    • Nessuna tassa sulla carta di credito
    • Supporto telefonico lun-sab
    • 24.000 sedi di noleggio in tutto il mondo

    Noleggio auto ad Alghero - Offerte low cost

    Situata nel nord-ovest della regione, Alghero fa parte della rete metropolitana del Nord Sardegna e rappresenta una delle porte d'accesso all'isola. Ritirate il vostro prossimo noleggio auto ad Alghero e partite alla scoperta di questa magnifica città. Conosciuta anche come Barceloneta - la piccola Barcellona - Alghero ha sempre avuto fortissimi legami con la Catalogna e la popolazione parla ancora catalano nella sua variante algherese. Oltre al dialetto, Alghero porta ancora i segni del suo passato catalano, a partire dalla toponomastica bilingue. La città è una delle principali della Sardegna e la quinta della regione per numero di abitanti, e riveste un'importanza cruciale nell'economia isolana per via della presenza dell'aeroporto Riviera del Corallo nel territorio comunale, che ha favorito lo sviluppo del turismo nella zona a partire dagli anni '70.

    Alghero è il capoluogo della Riviera del Corallo, che deve il suo nome al corallo rosso presente in grande quantità nelle acque della sua baia e pescato dai corallari. Le attività legate alla pesca, alla lavorazione ed alla vendita del corallo rivestono da secoli un'importanza capitale nell'economia cittadina. Alghero è anche cultura, è infatti sede della Facoltà di Architettura dell'Università di Sassari e della Scuola di lingua e cultura italiana per stranieri di Alghero. La città ha poi un'importante tradizione culinaria ed i prodotti del mare - rigorosamente freschi - hanno un ruolo cardine nella cucina algherese. Sole, spiagge bianche, mare cristallino, buona tavola, tradizione e cultura: gli elementi per una vacanza da sogno ci sono tutti, lasciatevi consigliare da Auto Europe. Troverete preziosi consigli anche nelle recensioni sul noleggio auto ad Alghero condivise dai nostri clienti.

    Com'è il traffico ad Alghero?

    Il centro storico di Alghero è a traffico limitato. Sono consentite solo due fasce orarie di libero accesso: 08:00 - 10:30 e 14:30 - 16:30. La domenica e nei giorni festivi vige invece un divieto di 24h. I cartelli che indicano l'inizio della ZTL sono posti in Piazza Porta Terra e Piazza Sulis. Se pernottate in un hotel che si trova nel centro storico e arrivate in auto, chiedete direttamente all'hotel il permesso temporaneo. È infatti consentito un numero limitato di accessi per i clienti degli hotel in centro. L'importante è che la struttura ricettiva comunichi con almeno 3 giorni di anticipo rispetto alla data di arrivo la targa del veicolo del cliente e la sua data di partenza.

    Dove posso parcheggiare il mio autonoleggio ad Alghero?

    Se si ha un autonoleggio ad Alghero è bene essere informati sulle aree di sosta. I parcheggi in centro sono a pagamento e sono delimitati dalle strisce blu. Il costo della sosta varia a seconda delle zone. I parcheggi gratuiti sono invece quelli delimitati da strisce bianche. I principali parcheggi pubblici non a pagamento sono: Piazzale della Pace, lungomare Barcellona di fronte al porto e l'Area di Sosta Portuale. Negli ultimi mesi è stato apportato un radicale cambiamenteo alla gestione dei parcheggi ad Alghero. Finora infatti era necessario pagare la sosta ai cosiddetti "parcheggini" dotati di apposito palmare elettronico. Scaduto però il contratto con la società Europol Service si è passati ora ai più comuni "gratta e sosta". Se decidete quindi di sostare su un parcheggio a pagamento non dimenticate di acquistare questi tagliandi.

    Aeroporto di Alghero

    L'aeroporto di Alghero dista 10 km dal centro di Alghero e 25 km da Sassari e serve l'area del nord-ovest della Sardegna. L'aeroporto offre voli verso l'Italia continentale ed il resto d'Europa, specialmente nei mesi primaverili ed estivi quando l'offerta viene ampliata per la stagione turistica. Le principali tratte da e verso altri aeroporti sono gestite da Alitalia (Roma e Milano), Volotea (Genova, Verona, Venezia e Napoli) e Ryanair (Bergamo, Bologna e Pisa).

    Nome ufficiale: Aeroporto di Alghero - Fertilia (AHO)
    Sito web: www.wikipedia.org
    Telefono: +39 079 935282

    Cosa fare ad Alghero

    Alghero è la città ideale: sole, spiagge, mare, buona tavola, storia, cultura e divertimento. Gli ingredienti per una vacanza da sogno ci sono tutti. Dai un'occhiata ai nostri suggerimenti per goderti al meglio il tuo autonoleggio ad Alghero:

    • La spiaggia delle Bombarde si trova a circa 3 km da Fertilia e a meno di 10 da Alghero. Senza dubbio tra le più frequentate della Riviera del Corallo, la spiaggia è famosa per la sabbia bianca e fine e per la qualità della suo mare: l'acqua è, infatti, sempre fresca e limpidissima. Attrezzata con tutti i servizi necessari ai turisti - inclusi bar, ristoranti ed hotel con una vista magnifica sul golfo antistante - la spiaggia è costeggiata da una rigogliosa pineta. Imperdibile l'aperitivo in uno dei numerosi baretti sulla spiaggia, il tramonto sul mare è uno spettacolo unico ed irripetibile, che vale da solo il costo del viaggio in Sardegna.

    • I bastioni di Alghero sono uno dei luoghi più suggestivi di tutta la Sardegna. Alghero è infatti una delle poche città italiane fortificate ad aver mantenuto circa il 70% delle sue antiche mura con annesse le torri di avvistamento. Recentemente oggetto di un'importante operazione di restauro, i bastioni offrono una scenografica passeggiata sul mare che costeggia il centro storico e tramite una scalinata si ricongiunge al porto e alla rambla di Alghero, costruita sul modello delle ben più celebri ramblas di Barcellona. Raccomandiamo di fermarsi in uno dei numerosi bar o ristoranti per un buon cocktail rinfrescante, o per un pasto rigorosamente a base di pesce fresco.

    • La Cattedrale di Santa Maria Immacolata è una delle chiese più imponenti della Sardegna. La costruzione viene iniziata nel 1530 in stile gotico catalano ma, per via del fatto che verrà completata più di tre secoli dopo, si rileva una sovrapposizione di svariati stili differenti come, ad esempio, la facciata neoclassica, terminata solo nel 1862. All'interno, di particolare interesse l'organo a canne Mascioni costruito nel 1935. A pagamento, è possibile salire sul campanile tramite una scala stretta e rapida. Il panorama dall'alto è mozzafiato.

    • Le Grotte di Nettuno sono una vera e propria meraviglia geologica che attrae ogni anno più di 150 mila visitatori. Scoperte per caso da un pescatore nel XVIII Secolo, la grotte diventano subito una popolare attrazione turistica. Si tratta di formazioni carsiche situate ad una ventina di chilometri a nord di Alghero. La lunghezza totale è di circa 4 km, ma solo alcune centinaia di metri sono accessibili al pubblico. All'interno si trovano conformazioni calcaree quali stalagmiti e stalattiti ed un lago salato di circa 120 m di lunghezza e 9 di profondità. Le grotte sono raggiungibili via mare in una ventina di minuti con la motonave in partenza dal porto di Alghero al costo di 15€ per gli adulti e 7€ per i bambini, oppure via terra tramite la suggestiva scalinata lungo la parete del massiccio di Capo Caccia.

    Le migliori escursioni con il mio noleggio auto ad Alghero

    Sassari

    Capoluogo del Capo di Sopra e città principale del nord Sardegna con 130.000 abitanti, dista da Alghero circa 25 minuti in auto. Per raggiungere Sassari è necessario percorrere la Strada Statale 291 per circa 35 km in direzione nord-est. Il territorio è abitato sin dal periodo prenuragico, come testimoniato dal sito archeologico di Monte d'Accoddi, risalente al IV millennio A.C. La città viene fondata nel 1131, è l'ultima capitale del Giudicato di Torres e si costituisce Libero Comune, confederato a Genova, nel 1294. I periodi aragonese e spagnolo sono particolarmente duri, la città è sede dell'Inquisizione spagnola e la popolazione è particolarmente insofferente alla dominazione. Sassari, come il resto della Sardegna, passa in mano ai Savoia nel 1720. Durante il XIX Secolo la città cambia volto e viene realizzato un nuovo piano regolatore sul modello della capitale del Regno di Sardegna: Torino. La città scampa miracolosamente ad una serie di bombardamenti e passa indenne la Seconda Guerra Mondiale. Nel dopoguerra la città fornisce un contributo notevole alla scena politica italiana, con i Presidenti della Repubblica Italiana Segni e Cossiga ed il segretario del Partito Comunista Berlinguer. Assolutamente imperdibile la Faradda di li candareri, dichiarata patrimonio immateriale dell'umanità dall'Unesco, la processione, a partire dal XVI Secolo, richiama per le strade l'intera popolazione cittadina.

    Stintino

    A circa mezzora di auto da Alghero, guidando lungo la Strada Provinciale 42 dei Due Mari, Stintino è uno deri borghi più caratteristici della Sardegna. Fondato nel 1885 come villaggio di pescatori in seguito all'istituzione della colonia penale sulla vicina isola dell'Asinara, questo borgo ospita nel suo territorio alcune bellezze naturali senza eguali. D'obbligo una visita alla spiaggia della Pelosa - una delle più belle di tutto il Mediterraneo - famosa per la sabbia bianca finissima e la colorazione azzurro-turchese del mare. Merita senz'altro una visita anche il Parco Nazionale dell'Asinara, istituito nel 1997 con il fine di preservare la flora e la fauna endemici dell'isola.

    Bosa

    Se si ritira il proprio noleggio auto ad Alghero vale la opena di fare una gita a Bosa. Distante circa 50 km, è collegata ad Alghero da una delle strade panoramiche più suggestive d'Italia. Per raggiungerla bisogna percorrere la Strada Provinciale 49 in direzione sud. In questo incantevole borgo si fondono tradizione e modernità: particolarmente interessanti il quartiere di sa Costa con le sue caratteristiche case variopinte che si arrampicano sul colle di Serravalle, dominato dal castello dei Malaspina (XII Secolo) ed il suggestivo Lungotemo con il Ponte Vecchio che attraversa il Temo, l'unico fiume navigabile di tutta la Sardegna.

    Informazioni geografiche e cenni storici

    Il territorio di Alghero è abitato fin dal neolitico (VI-V millennio A.C.): sono infatti numerosi i ritrovamenti di ceramiche che testimoniano la presenza dell'uomo nell'area. Sono inoltre presenti numerose tombe sotterranee, chiamate domus de janas (in italiano casa delle fate) in gruppi o necropoli, come quella di Anghelu Ruju (angelo rosso), la più vasta della Sardegna prenuragica. Del periodo nuragico, restano una trentina di nuraghi, la necropoli di Santu Pedru (San Pietro) ed i villaggi nuragici di Palmavera e Sant'Imbenia. La presenza fenicia è assai scarsa, come in tutto il Nord Sardegna, mentre sono numerose le testimonianze del periodo romano, tra le quali spicca senza dubbio il ponte di Fertilia che collega lo stagno di Calich al mare.

    Nel Medio Evo, dopo la caduta dell'Impero Romano d'Occidente e dopo il periodo bizantino, la Sardegna è divisa in quattro giudicati e Alghero fa parte di quello di Torres. A partire dal X Secolo la Sardegna subisce la forte influenza delle Repubbliche marinare di Pisa e Genova e, a partire dal 1102, la famiglia genovese dei Doria inizia la costruzione della fortezza di Alghero. La città resta sotto il controllo di Genova fino al 1354, quando viene occupata dagli aragonesi. Gli abitanti originari sono costretti ad abbandonare la città e, al loro posto, arrivano numerosi coloni aragonesi. Nel corso del XV Secolo vengono costruite la chiesa ed il convento di San Francesco e la Cattedrale di Santa Maria. Nel 1501 Alghero ottiene il rango di città, le pestilenze del 1582 e del 1652 decimano la popolazione.

    Nel 1720, la Sardegna passa ai Savoia, Alghero, tuttavia, conserva le sue peculiarità culturali e linguistiche. I Secoli successivi trascorrono senza registrare avvenimenti particolarmente significativi. A partire dal XX Secolo, vengono realizzate una serie di opere pubbliche per migliorare la città: nel 1920 arriva l'illuminazione pubblica, nel 1933 comincia il programma di bonifica dell'area e nel 1936 nasce la frazione di Fertilia, nei cui pressi si trova l'Aeroporto Riviera del Corallo, inaugurato nel 1938. Durante la Seconda Guerra Mondiale la città subisce due bombardamenti aerei e, a partire dagli anni '60, si registra un periodo di forte ripresa economica. Oggi Alghero è una città turistica e, specialmente nei mesi estivi, la sua popolazione cresce in maniera esponenziale: nel 2012, infatti, è stata la decima città italiana più visitata.

    Alghero sorge nel nord ovest della Sardegna e fa parte dell'area metropolitana di Sassari. Viene anche denominata Barceloneta, ovvero piccola Barcellona, in quanto è stato conservato l'uso della lingua catalana. Alghero è una destinazione turistica molto richiesta grazie alla sua posizione strategica. Sorge infatti nella Riviera del Corallo e il mare che c'è qui è tra i più belli del mondo. Sul fondale si trova appunto corallo rosso di qualità pregiata, che ormai è diventato uno dei simboli della città. Alghero è anche una sede universitaria, la terza dopo Sassari e Cagliari.

    Come muoversi ad Alghero

    Il trasporto pubblico urbano ad Alghero è garantito dalla compagnia A.R.S.T. Ci sono 5 linee di autobus urbani che assicurano i collegamenti tra le diverse zone della città. Un biglietto di corsa semplice acquistato nelle rivendite autorizzate costa 1.00€ e ha una validità di 90 minuti. Se si acquista direttamente a bordo, invece, il costo è di 1.50€. È altresì possibile acquistare un biglietto giornaliero al costo di 2.50€. Dal centro città partono inoltre diversi autobus che collegano la città con i principali siti di interesse turistico. Il capolinea si trova in via Catalogna. Dalla stazione di Alghero situata in via don Minzoni partono i treni per Sassari. D'estate, dal 20 giugno al 30 settembre, è invece attivo il cosiddetto "trenino verde" che attraversa il nord della Sardegna, collegando la Riviera del Corallo a Palau.

    Link utili

    Sito ufficiale del turismo di Alghero

    Sito ufficiale del Comune di Alghero