Auto Europe

  • ITALIA
  • Contatta i nostri specialisti
    Noleggio auto in tutto il mondo
    Alamo Rental Car
    Avis Car Rental
    Budget Rental Car
    Dollar Car Rental
    Europcar
    Hertz
    National Car Rental
    Sixt Rent a Car
    Noleggio auto in tutto il mondo

    Ricerca blog


    Categorie

    Ricerca blog in corso......

    Un tour per l'Istria

    L’arrivo della primavera e del bel tempo è sicuramente un’occasione per visitare nuove località rese facilmente raggiungibili attraverso le compagnie aeree low cost.Così, ad esempio, il piccolo aeroporto di Rijeka (o Fiume, secondo la vecchia toponomastica italiana) può essere una perfetta base di partenza per visitare l’Istria, una penisola che è stata italiana fino al 1947, e che della storia italiana, e della vicina Venezia, conserva ancora numerose e meravigliose tracce.Già dal finestrino dell’aereo si possono ammirare le meravigliose coste, tra rocce a picco sul mare ed incantevoli calette, che caratterizzano l’isola di Krk (Veglia), con i suoi bellissimi borghi sul mare, tra cui Krk e Omišalj (Castelmuschio) che, specialmente in questo periodo, sanno offrire tranquillità e meravigliose spiagge pressoché deserte.Superato il ponte che unisce l’Isola alla terraferma istriana, si incontra subito Bakar (Buccari), la cui baia è celebre per la “beffa” organizzata da Gabriele d’Annunzio ai danni della marina militare austriaca nel 1918. Di qui, percorrendo per lungo tratto la strada costiera e attraversando bellissime località e altrettanto stupende spiagge e coste, si arriva a Pula (Pola), la città più importante della contea istriana, e che conserva meravigliosi resti dell’età romana, tra cui il celebre Anfiteatro o l’Arco dei Sergi.Da qui possiamo proseguire, in parte lungo la costa e in parte piegando verso l’interno, fino a raggiungere Rovinj, l’antica Rovigno, la cui impronta architettonica romanico-gotico di stampo veneziano trova la sua migliore opera nella chiesa di Sant’Eufemia, il cui campanile mostra evidenti similitudini con quello di San Marco a Venezia. Per raggiungerlo, occorre salire attraverso un intrico di stradine e viuzze strettissime, dove perdersi tra caffè e negozi di artigianato.Con una rapida incursione verso l’interno, meritano senz’altro una visita le spettrali rovine di Dvigrad (Duecastelli) : circa 200 case, la basilica di Santa Sofia e le mura cinte da torri sono quello che rimane di un villaggio un tempo rigoglioso, poi distrutto nel XIV e nel XVII secolo, e infine definitivamente abbandonato, per un’epidemia di malaria, nel XVIII secolo.Lasciata la suggestiva località di Dvigrad, ci possiamo dirigere verso una vera e propria perla, la magnifica cittadina di Poreč (Parenzo), che, oltre alle piacevoli caratteristiche urbanistiche proprie delle città veneziane lungo l’Adriatico, può vantare la Basilica Eufrosiana, patrimonio dell’umanità Unesco, dal V secolo uno dei più begli esempi dell’arte bizantina, con i suoi stupendi mosaici risalenti al VI secolo.Per concludere questo itinerario, lasciamo la costa e arriviamo a Pazin (Pisino), il cui castello è menzionato fin dal X secolo d.C., e che è arroccato su un suggestivo e terribile precipizio, la cui voragine è chiamata Fojba, come il torrente che vi inabissa, e che già dal nome ricorda le terribili vicende che hanno caratterizzato il passaggio di queste terre dall’Italia alla Jugoslavia e, oggi, alla Croazia.Quest’itinerario è solo uno dei tanti che si possono percorrere facilmente con un noleggio auto, sia in loco che a Trieste, distante appena 68 km. da Rijeka/Fiume. Buon viaggio, allora, e ricordatevi che l’Istria è bellissima anche in primavera!Il team Auto Europe

    Ricerca blog


    Categorie