Auto Europe

  • ITALIA
  • Contatta i nostri specialisti
    Noleggio auto in tutto il mondo
    Alamo Rental Car
    Avis Car Rental
    Budget Rental Car
    Dollar Car Rental
    Europcar
    Hertz
    National Car Rental
    Sixt Rent a Car
    Noleggio auto in tutto il mondo

    Ricerca blog


    Categorie

    Ricerca blog in corso......

    Caffè storici d'Italia

    Il caffè è stato, a partire dal Settecento, il luogo d’incontro per eccellenza di intellettuali ed artisti: qui infatti si incontravano le menti più vivaci che, attraverso il confronto e la discussione, maturavano quelle idee o quelle opere d’arte che hanno caratterizzato il nostro tempo.E poiché la passione per la discussione, per il fumo e per i cosiddetti “coloniali” erano comuni sia nelle grandi capitali che nei centri più piccoli, ecco che molti di questi locali, arrivati intatti fino ai giorni nostri, sono stati giustamente valorizzati, cercando di salvaguardare gli arredi, gli specchi e l’atmosfera, e assumendo la veste di caffè storico.Se ne trovano in tutto il mondo, tantissimi in Europa, ma proprio perché erano dei veri e propri centri di aggregazione di idee e ideali, se ne trovano anche in realtà cittadine più piccole, rispetto alle grandi metropoli come, in Italia, Roma, Milano o Napoli.Ad esempio, uno dei più famosi di questi caffè è il celebre Caffè Pedrocchi di Padova, creato nel 1831 da Antonio Pedrocchi e che da allora rappresenta il punto d’incontro della vivace gioventù che frequenta la locale Università; ai suoi tavoli si sono seduti Eleonora Duse, Giosuè Carducci e i Savoia. Oggi, dopo numerosi restauri, il Caffè ospita anche il Museo del Risorgimento, e continua ad essere il luogo preferito dagli studenti per festeggiare la fresca laurea: la tradizione vuole infatti che porti una terribile sfortuna agli universitari recarsi al Pedrocchi prima di essersi laureati!Un’altra città la cui storia di frontiera ha dato vita ad un’intensa attività letteraria, arricchita di cultura mitteleuropea, è la bellissima Trieste: e dagli arredi in stile caffè viennese del Caffè Tommaseo, fondato nel 1830, si levò infatti per la prima volta, nel 1848, il grido “Viva l’Italia”, e poi, ai suoi tavolini, si sedettero tutte le straordinarie figure che hanno illuminato la vita artistica della città giuliana: Italo Svevo, James Joyce e Umberto Saba.E, visto che stiamo parlando di una città che ha col mare un rapporto simbiotico, allora, cambiando versante, non possiamo esimerci dal fare un salto al Caffè Pasticceria Mangini, dal 1876 punto di ritrovo della migliore scena politico-giornalistica di Genova: qui, tra la vicina redazione del Secolo XIX e la frequentazione di eminenti autorità come Spadolini, Cossiga e Scalfaro, il nome che è rimasto più impresso e più amato è quello di Sandro Pertini. Ma, per chi ricorda con nostalgia i bei tempi del teatro dialettale, qui faceva spesso tappa il grande Gilberto Govi, complice anche la vicinanza con il Teatro Politeama.Scendiamo rapidamente e ci imbattiamo, nella bellissima città di Viterbo, nel Gran Caffè Schenardi: situato al piano terra di un palazzo del XV secolo, il Caffè del capoluogo della Tuscia fu fondato da Raffele Schenardi nel 1818, diventando subito epicentro della vivace vita culturale della cittadina: ai suoi tavoli, vista la lunga tradizione “in materia”, si sono seduti papi (in particolare Gregorio XVI), ma anche Giuseppe Garibaldi, Guglielmo Marconi e vari componenti la famiglia reale. Negli anni Cinquanta fu anche meta privilegiata da divi del cinema nostrani (Federico Fellini, Alberto Sordi) e stranieri (Orson Welles).Concludiamo il nostro viaggio tra liquori, caffè e discussioni ai tavolini di un celebre luogo di ritrovo del capoluogo pugliese: a Bari, infatti, dal 1860 la famiglia Grass, proveniente dalla Svizzera, dirige il Caffè Pasticceria Stoppani, che, tra le sue mura, ha visto sedersi i personaggi che hanno vissuto o attraversato Bari negli ultimi 150 anni: il Kaiser Guglielmo II, Vittorio Emanuele III, Italo Balbo, il Maresciallo Badoglio e il grande filosofo Benedetto Croce. Insomma, tra un pasticcino e una cioccolata, potrete dire di avere respirato l’aria di una fetta importante della storia dell’Italia!

    Ricerca blog


    Categorie