Auto Europe

  • ITALIA
  • Contatta i nostri specialisti
    Noleggio auto in tutto il mondo
    Fornitore
    Fornitore
    Fornitore
    Fornitore
    Fornitore
    Fornitore
    Fornitore
    Fornitore
    Noleggio auto in tutto il mondo

    Ricerca blog


    Categorie

    Ricerca blog in corso

    Giardini in aeroporto

    Gli aeroporti rappresentano probabilmente uno dei luoghi (o “non luoghi” secondo alcune teorie sociologiche) più significativi dell’età contemporanea: erano nati per essere attraversati in fretta, come le stazioni ferroviarie, per prendere un mezzo di trasporto e andare da qualche altra parte. E, più delle stazioni ferroviarie, erano un simbolo della velocità, proprio perché luogo di arrivo o partenza dei voli aerei.Ma già da tempo tutto ciò è cambiato: come e più delle stazioni ferroviarie, ormai gli aeroporti rappresentano un luogo da vivere, e non solo da attraversare, e per questo motivo oggi, soprattutto negli aeroporti più moderni, è possibile trovare tutto ciò che si trova normalmente in una città: hotel, negozi, ristoranti (anche di celebri chef), spa e persino discoteche …. Ma quello che più impressiona è che, alla ricerca del concetto di sostenibilità ambientale, che spesso rappresenta un grosso problema per gli aeroporti e per gli abitanti delle città vicine, in alcuni di essi sono stati creati dei veri e propri giardini lussureggianti, che meritano sicuramente di essere visitati se siete di passaggio in queste strutture.Ad esempio, Changi, l’aeroporto di Singapore è tradizionalmente votato quale uno dei migliori aeroporti del mondo: la ragione si comprende facilmente se si ha la possibilità di trascorrere qualche ora nei suoi 4 Terminal, ognuno dei quali presenta attrazioni e divertimenti studiati per tenere lontana la noia; tra questi i giardini sono una vera specialità, e ne troviamo dei tipi più diversi: quello dei cactus, delle ninfee, delle orchidee, dei girasoli, delle farfalle e il giardino incantato, fatto di vetro, luci a led e mosaici. Altrettanto interessante, anche concettualmente, è il giardino aeroponico che si trova nel Terminal 3 dell’O Hare Airport, l’aeroporto di Chicago: la cultura aeroponica, infatti, non prevede la presenza di suolo, ma le radici delle piante sono nutrite grazie a soluzioni minerali che vengono infuse nell’acqua che, con un ciclo continuo, irrorano le varie specie vegetali poste sospese su 26 torri. E’ un sistema a basso impatto ambientale, con potenziale utilizzo in larga scala su aree con spazi limitati a disposizione per le coltivazioni; inoltre, tali piante, o i loro frutti, sono utilizzate direttamente nei caffè e nei ristoranti dello stesso aeroporto!Se invece vi trovate a passare per l’aeroporto di Honolulu alle Hawaii, l’occasione è ottima per visitare il suo giardino che, progettato nel 1962, mostra nella scelta delle piante e nella loro disposizione le influenze della cultura locale, ma anche cinese e giapponese, ben presenti nelle tradizioni delle isole del Pacifico; si tratta proprio di tre distinti giardini, chiamati Giardino Cinese, Giardino Giapponese e Giardino Hawaiano, collegati ma assai diversi tra loro, e che sono lo specchio della flora, della fauna e della “spiritualità” propria di queste popolazioni.E, per concludere, parlando della spiritualità di un popolo, non possiamo che concludere con un peculiare giardino, vero specchio delle tradizioni della Germania: stiamo parlando del Biergarten dell’Aeroporto di Monaco! Si, è vero, probabilmente in questi casi si farà poca attenzione alle piante (bellissimi castagni), ma è certo che sarà molto piacevole trascorrervi un paio d’ore, aspettando il proprio volo o attendendo qualcuno in arrivo……

    Ricerca blog


    Categorie

    Migliora la tua esperienza

    Stai utilizzando un browser che non supportiamo. Per favore aggiorna il browser per migliorare la tua navigazione e la tua sicurezza.

    Ti suggeriamo di utilizzare l'ultima versione di Chrome o Firefox