Auto Europe

  • ITALIA
  • Contatta i nostri specialisti
    Noleggio auto in tutto il mondo
    Alamo Rental Car
    Avis Car Rental
    Budget Rental Car
    Dollar Car Rental
    Europcar
    Hertz
    National Car Rental
    Sixt Rent a Car
    Noleggio auto in tutto il mondo

    Ricerca blog


    Categorie

    Ricerca blog in corso......

    I riti della Pasqua

    La Settimana santa è una delle festività religiosa più sentite in Italia: ogni centro, per quanto piccolo sia, non rinuncia ad organizzare cerimonie e processioni, generalmente culminanti, il giorno di Pasqua, con l’incontro tra il Cristo risorto e la Vergine Maria.Ecco perché, forti del detto “Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”, queste festività, compresa la leggendaria gita di Pasquetta, sono occasione per una vacanza alla scoperta di queste tradizioni che spesso si tramandano da secoli.Partendo dal “tacco” della Penisola, a Taranto i riti della Settimana Santa prevedono lo svolgimento di due processioni, una il giovedì e una il venerdì: il giovedì si svolge la Processione dell’Addolorata, in cui la statua della Vergine è portata in processione dalla Confraternita di Maria SS. Addolorata e San Domenico, mentre il Venerdì si svolge la Processione dei Misteri, organizzata dalla Confraternita di Maria SS. Del Carmine. Entrambe suggestive e di durata notevolissima (14-15 ore), conserva ognuna i propri abiti rituali e le proprie figure e oggetti simbolici.Risalendo verso il Centro, ad Assisi, in Umbria, particolarmente emozionante, vista anche la forte spiritualità del luogo natale di San Francesco, è il rito della sera del Giovedì Santo nella Cattedrale di San Rufino, dove si svolge la Deposizione del Crocefisso, che ha tramandato fino ai nostri giorni quanto resta di un’antica laude trecentesca sulla Passione.Celebre simbolo della Pasqua a Firenze è lo Scoppio del Carro che, chiamato “Brindellone”, è trasportato da due buoi bianchi fino al Duomo di Firenze: qui un filo di ferro, lungo cui scorre una colombina che serve ad innescare la miccia, unisce il Carro, carico di petardi, all’altare maggiore. Durante la messa, al momento del Gloria, l’arcivescovo accende i razzi della colombina che, percorrendo tutta la navata centrale; appicca il fuoco ai mortaretti piazzati sul “Carro”. Se la colombina compie il percorso per intero, si preannuncia per la città toscana un anno positivo.Insomma, il clima piacevole di aprile e lo scampanio festoso che inonda le piazze il giorno di Pasqua sono il definitivo segnale della fine dell’inverno e del ritorno alla vita all’aria aperta: quale migliore occasione, allora, per conoscere o riscoprire queste meravigliose tradizioni che, dal passato, ancora oggi impressionano per la loro bellezza e il carico di significati simbolici e spirituali.Buona Pasqua a tutti!Il team Auto Europe

    Ricerca blog


    Categorie