Auto Europe

  • ITALIA
  • Contatta i nostri specialisti
    Noleggio auto in tutto il mondo
    Fornitore
    Fornitore
    Fornitore
    Fornitore
    Fornitore
    Fornitore
    Fornitore
    Fornitore
    Noleggio auto in tutto il mondo

    Categorie

    Europa unita anche nelle multe?

    Polizia in Europa Forse non proprio … o per lo meno non ancora!Il dubbio è legittimo: se prendo una multa all’estero, mi arriverà a casa? Riuscirà la polizia di quello Stato a risalire ai dati della mia targa italiana?In realtà, anche se le forze dell’ordine straniere non hanno accesso diretto ai dati del nostro PRA (Pubblico Registro Automobilistico), tuttavia negli ultimi anni si sta cercando, attraverso accordi bilaterali, di stabilire una procedura che permetta, soprattutto per le infrazioni più gravi commesse all’estero, di risalire ai dati del proprietario del veicolo.In primo luogo, in qualunque paese europeo, Italia compresa, se si commette una violazione con targa e documenti esteri e si viene fermati subito, bisogna pagare sul posto al momento, quanto richiesto dalla multa, altrimenti si rischia di incorrere nel sequestro del veicolo.Inoltre, tranne i casi di rogatoria internazionale, poco probabili per una trasgressione in auto, se anche si riceve a casa il verbale della polizia di un altro Stato, questo non ha efficacia esecutiva: è vero però che, se non si paga, e si viene successivamente fermati nuovamente in quello stesso Paese, la multa da pagare sarà particolarmente salata, con addebito per il ritardo e ulteriori sanzioni.In attesa che entri in vigore un Codice della Strada comune a tutti i paesi europei, di cui si parla da tempo ma che ancora deve concretizzarsi, sono però già vigenti numerosi accordi bilaterali, che non sempre si dimostrano efficaci.La Svizzera ad es. pur non facendo parte dell'UE è il paese che collabora di più con l'Italia nella trasmissione delle multe che vengono sempre notificate. La Svizzera, infatti, può accedere direttamente alla nostra banca dati, e può recapitare le multe tramite posta ordinaria, per violazioni lievi, o mediante rogatorie internazionali, se più gravi. Queste ultime, se non pagate, possono essere trasformate in giorni di carcere!In Francia, da qualche tempo, è entrato in vigore un accordo di cooperazione fra le polizie, che attualmente ha però prodotto risultati per infrazioni rilevate con l’autovelox, e recapitate tramite posta ordinaria.In Germania, invece, è stato stipulato di recente un accordo per la notifica, tramite posta ordinaria, delle multe di importo superiore ai 70 €.Infine, con l’Austria esiste un vecchio accordo che però non viene applicato quasi mai, forse a causa delle difficoltà a produrre la documentazione prevista nella lingua del trasgressore. Per gli altri paesi, per ora non esistono accordi che consentano la collaborazione delle autorità del Paese della persona multata.Ma ricordate che, nel caso dell'autonoleggio, la multa arriva alla società di noleggio, che la addebita al cliente direttamente sulla carta di credito, anche dopo lungo tempo, prevedendo in taluni casi anche l’ulteriore esborso delle spese di gestione della pratica …Per questo motivo vi raccomandiamo sempre una guida rispettosa del Codice della Strada ovunque voi siate. Dal sito Auto Europe e dal nostro blog potrete recuperare, per ogni paese, utili consigli da seguire sulla regolamentazione stradale.Il team Auto Europe

    Categorie

    Migliora la tua esperienza

    Stai utilizzando un browser che non supportiamo. Per favore aggiorna il browser per migliorare la tua navigazione e la tua sicurezza.

    Ti suggeriamo di utilizzare l'ultima versione di Chrome o Firefox