Auto Europe

  • ITALIA
  • Contatta i nostri specialisti

    AUTONOLEGGIO LOW COST IN POLONIA

    Noleggio auto in tutto il mondo
    Alamo Rental Car
    Avis Car Rental
    Budget Rental Car
    Dollar Car Rental
    Europcar
    Hertz
    National Car Rental
    Sixt Rent a Car
    Noleggio auto in tutto il mondo
    Perché prenotare con noi
    • Confronto delle migliori offerte
    • Cancellazione gratuita 48h prima del ritiro auto
    • Nessuna tassa sulla carta di credito
    • Supporto telefonico lun-sab
    • 24.000 sedi di noleggio in tutto il mondo

    Noleggio auto in Polonia alle migliori tariffe

    Se hai deciso di organizzare un noleggio auto in Polonia, ti dai l'opportunità di esplorare a tuo piacimento questo paese nobile e ricco di storia. Inizia la tua vacanza con un noleggio auto a Varsavia, una città alla moda e vivace, nella quale puoi visitare il Castello Reale del XIV secolo per un dettagliato tour, o rendere omaggio al famoso compositore polacco Frederic Chopin visitando il moderno e high-tech multimediale Chopin Museo. Successivamente, potresti guidare il tuo noleggio auto a Cracovia, la principale destinazione turistica della Polonia, ricca di architettura gotica ben conservata, bar alla moda e ristoranti chic. E se ti sei stancato delle cittá, le maestose bellezze naturali della Polonia ti aspettano con infinite miglia di foreste incontaminate e corsi d'acqua pronti da percorrere lungo le rive. Ci sono oltre 160.000 km. di strade da percorrere in Polonia e un noleggio auto di Auto Europe ti consente di tracciare il tuo percorso per creare un'avventura che ricorderai!

    Se stai cercando un autonoleggio in Polonia, assicurati di cercare un'azienda affidabile che ti offra i prezzi migliori e la selezione più ampia. Quando scegli Auto Europe, hai la certezza di tutto questo e molto altro. Auto Europe ti offre la più grande flotta di veicoli, con una vasta gamma di punti di ritiro per il tuo noleggio auto in Polonia, e i nostri rappresentanti del servizio clienti sono disponibili per assisterti 7 giorni alla settimana. Chiamaci oggi al numero +39 06 948 045 37 o prenota online utilizzando la nostra semplice procedura in 3 passaggi. C'è molto da vedere in Polonia e Auto Europe vuole che tu sia in grado di farlo in un modo che si adatti al tuo itinerario, perché per noi non c'è niente di più importante di te: il nostro cliente.

    Quali sono le più importanti regole stradali in Polonia?

    Prima di mettersi in viaggio con il vostro noleggio auto in Polonia è bene conoscere le più importanti regole stradali del paese che vi accingete a visitare per non incappare in spiacevoli sorprese. Ecco le principali:

    • In Polonia si guida a destra.
    • L'uso delle cinture di sicurezza è obbligatorio per il conducente e tutti i passeggeri del veicolo.
    • I bambini fino a 12 anni devono essere assicurati sugli appositi sedili e viaggiare unicamente sui sedili posteriori dell'auto.
    • L'uso del cellulare durante la guida è vietato almeno che non si utilizzino dei dispositivi vivavoce.
    • A bordo della vostra auto a noleggio in Polonia vi raccomandiamo di rispettare i limiti di velocità: 50 km/h per i centri urbani, 90 km/h per le strade extraurbane e 130 km/h sulle autostrade.
    • È severamente vietato guidare in stato di ebbrezza. Il tasso alcolemico consentito è pari a 0,2 mg/l.
    • Le stazioni per il rifornimento del carburante sono generalmente aperte dalle ore 6 alle 20. Dopo l'orario di chiusura è possibile usare i distributori self-service.

    Per maggiori informazioni sulla guida in Polonia è possibile consultare la pagina dedicata al tema facendo click qui.

    Cosa fare in Polonia

    La Polonia è un paese posto al centro dell´Europa, e per questo sempre al centro della scena, nel bene e nel male. Da ultimo, è stato uno dei paesi della ex cortina di ferro che per primi si sono ribellati al giogo dell´Unione Sovietica. Ma questa sua posizione nel cuore del Continente ha anche fatto sí che al suo interno convivono tradizioni ed etnie e usanze diverse, il tutto immerso in un ambiente naturale che ancora oggi conserva alcune delle piú belle foreste europee. Qua sotto abbiamo riportato alcuni degli eventi più significativi che si tengono in Polonia:

    • Pasqua in Polonia: la Polonia è un paese pieno di tradizioni e usanze uniche, in particolare quelle radicate nella fede cattolica. Una delle festività più importanti è quella di Pasqua. Per molti, la celebrazione della Pasqua inizia una settimana prima della Domenica delle Palme, seguita dalla Settimana Santa, il sabato e la domenica di Pasqua e si conclude infine con un lunedì di Pasqua. La Domenica delle Palme commemora l'ingresso trionfale di Cristo a Gerusalemme. Segna la fine della Quaresima e l'inizio della Settimana Santa, durante la quale i fedeli si preparano a celebrare la Pasqua. Per celebrare la Domenica delle Palme, colorate "palme", tradizionalmente realizzate con rami di salice e decorate con piante sempreverdi, vengono portate nelle chiese. La Settimana Santa è caratterizzata da varie celebrazioni spirituali e tradizionali. Le famiglie polacche preparano le loro case per Pasqua con le pulizie di primavera, lo shopping e la preparazione dei cibi associati a questa vacanza. Una delle tradizioni più colorate, che richiede anche pratica e abilità, è quella di fare Pisanki. Questa versione polacca di un tradizionale uovo di Pasqua è spesso dipinta a mano e riccamente decorata. Il sabato di Pasqua, i cestini del cibo tradizionale pasquale vengono portati in chiesa per essere benedetti. Questo cibo, dopo essere stato benedetto, viene quindi consumato come parte del pasto della domenica di Pasqua noto come la colazione di Pasqua. La colazione di Pasqua comprende uova sode, salumi, affumicati, insalate di verdure, babka e altri piatti. Il lunedì di Pasqua è una vacanza in famiglia in Polonia e si chiama Smigus Dyngus, o lunedì umido, per via della pratica delle persone di versarsi acqua l'una sull'altra.

    • Il cibo da strada: la Polonia è famosa per la sua cucina raffinata, varia e deliziosa. Ogni regione ha le sue specialità, misteriose leggende culinarie, piatti di punta e prelibatezze. Rintracciare sapori diversi, scoprire echi di storia e patrimonio culturale nelle cucine locali: tutto ciò rende il turismo culinario in Polonia estremamente attraente. Le strade delle città polacche hanno accolto le tendenze culinarie globali sotto forma di ogni tipo di cibo di strada: dai chioschi di cibo di strada, attraverso camion di cibo e bancarelle che vendono prodotti freschi, ai mercati della colazione e alle fiere culinarie. Ancora più importante, tuttavia, il popolare cibo di strada internazionale è integrato con prelibatezze regionali tipicamente polacche che vale la pena provare quando si visitano i numerosi siti interessanti della Polonia. In effetti quasi ogni destinazione turistica offrirà una prelibatezza polacca locale.

    • La fiera di san Domenico: la Fiera di San Domenico a Danzica, la più antica della Polonia, ha totalizzato oltre 750 edizioni. In 20 giorni, milioni di visitatori hanno la possibilità di partecipare ad eventi e attività di accompagnamento. Con oltre 1.000 bancarelle, lo shopping è il tema principale di questa fiera tradizionale. È uno degli eventi estivi più significativi e popolari a Danzica. È il più grande evento all'aperto, commerciale e culturale in Polonia e uno dei più grandi in Europa. Le strade sono piene di musicisti, mimi e artisti di strada mentre i negozianti presentano le loro merci spesso insolite, rare e strane. Le bancarelle di cibo sfoggiano una grande mostra di prodotti e forniture come dolci, formaggi, salsicce, spezie, caffè, tè, conserve. La Fiera di San Domenico inizia l’ultimo sabato di luglio e dura fino a metà agosto.

    • Mercatini di Natale: forse il modo migliore per abbracciare lo spirito natalizio mentre si è in Polonia è una visita a uno dei tanti straordinari mercatini di Natale che si svolgono in tutto il paese. In quasi tutti i villaggi, città o paesi, si tiene un mercatino di Natale in modo che i residenti possano acquistare ornamenti, sorseggiare un vin brulé e godere di splendidi arredi in un ambiente comune. Alcune città vantano mercatini di Natale davvero spettacolari e sarebbe un errore non colgiere l’occasione di un viaggio in almeno uno di questi posti meravigliosi.

    Road trips con il mio noleggio auto in Polonia

    Un viaggio on the road con un autonoleggio in Polonia è uno dei metodi migliori per scoprire le bellezze di questa terra, da secoli teatro di importanti eventi storici. Visitate la nostra pagina per scoprire la categoria migliore per attraversare questo straordinario paese. Ecco alcuni itinerari molto scenici e particolari che abbiamo selezionato per voi:

    La foresta di Białowieża

    La foresta di Białowieża è un vasto complesso forestale, costituito dai resti di diverse foreste primordiali: foresta di Białowieża, foresta di Ladzka, foresta di Świsłocka e foresta di Szereszewska. Il complesso forestale è situato quasi al confine tra la Vistola e il fiume Neman.. La parte più grande è occupata da boschi umidi con querce e carpini. "Ols" [foresta di ontani paludosi] e prati paludosi crescono su aree periodicamente allagate, mentre le aree secche ospitano pini, abeti rossi e boschi misti.. Tra le molte caratteristiche dell'ambiente naturale che rendono la foresta di Białowieża dimora di migliaia di specie animali e vegetali, c'è un fattore solitamente sottovalutato. Vale a dire, il fatto che il Parco Nazionale di Białowieża è ricco di cosiddetti "legno morto", vale a dire semplicemente alberi in decomposizione, sottobosco e foglie cadute. Normalmente per secoli, i silvicoltori nelle foreste di legname puliscono tale "spazzatura", mentre qui nell'area strettamente protetta la biomassa morta ammonta al 25% della massa totale degli alberi. Il legno in decomposizione diventa una dimora accogliente per innumerevoli specie di funghi, muffe, batteri e insetti. Molti di loro sono in pericolo di estinzione. Ne sono un buon esempio due coleotteri estremamente rari in Europa: il Buprestis splendens e il Pytho kolwensis. Il simbolo della foresta di Białowieża, tuttavia, è il bisonte europeo. La specie è stata salvata dall'estinzione qui. Nel XVIII secolo, il bisonte europeo fu quasi completamente eliminato durante le battute di caccia dei sovrani dell'epoca e dei bracconieri. Lo sterminio continuò subito dopo la prima guerra mondiale, e nel 1919, l'ultimo bisonte europeo fu ucciso. Nel 1925 fu ucciso anche l'ultimo Wisent caucasico (Bison bonasus caucasicus) - leggermente più piccolo del bisonte europeo proveniente dalle pianure polacche. Białowieża portò esemplari da giardini zoologici; e inizialmente essi venivano allevati proprio come le mucche in un campo separato. Solo diversi anni dopo la guerra, nel 1952, i primi esemplari furono rilasciati nel parco. Attualmente, ci sono circa 400 bisonti europei in Polonia e circa 300 esemplari in Bielorussia. Ci sono solo 3000 esemplari in tutto il mondo e ognuno di essi ha i propri “parenti” proprio a Białowieża.

    Museo e Memoriale di Auschwitz-Birkenau

    Il Museo e il Memoriale di Auschwitz-Birkenau sono visitati da un gran numero di pellegrini. Molti capi di stato in visita ufficiale in Polonia vengono qui per rendere omaggio alle vittime del genocidio nazista, teatro del martirio di milioni di persone durante la seconda guerra mondiale., ovvero il più grande campo di concentramento nazista nell'Europa occupata dai tedeschi. Molto probabilmente circa 1.100.000 persone di 28 nazionalità sono morte nei campi di Auschwitz-Birkenau; la maggior parte erano ebrei portati da diversi paesi. Il campo di concentramento di nome Auschwitz I fu istituito nell'aprile del 1940 alla periferia di Oświęcim. I primi trasporti arrivarono nel giugno dello stesso anno. Dopo essere entrati nel sito attraverso la porta del campo con la scritta "Arbeit Macht Frei" (Il lavoro rende liberi), i visitatori visitano i blocchi della prigione in cui è stata organizzata la mostra contenente numerose testimonianze del genocidio, inclusi oggetti personali presi dalle vittime, nonché fotografie e documenti. Il principale centro di sterminio e il più grande cimitero del mondo, Birkenau, fu costruito nella periferia di Oświęcim nel 1942. Oggi si possono vedere alcune caserme e rovine dei crematori e delle camere a gas. L'International Camp Victims Memorial è stato inaugurato nel 1967 per commemorare le persone assassinate.

    Il centro storico di Cracovia

    La struttura urbana medievale della Città Vecchia non è cambiata per secoli. Il quartiere ebraico di Kazimierz presenta un patrimonio di eredità ebraica con il suo cimitero del XVI secolo e sette sinagoghe di cui una è ora il museo ebraico. Ogni estate si tiene il Festival della cultura ebraica e attira gli amanti della cultura ebraica da tutto il mondo.. Il Wawel - la sede dei re polacchi e il luogo delle loro incoronazioni; la chiesa di Santa Maria con il suo famoso alter di Veit Stoss; la piazza del mercato principale - la più grande piazza medievale in Europa; l'Università Jagellonica, la più antica università della Polonia con il suo famoso Collegium Maius. Il centro storico di Cracovia ha conservato il suo aspetto urbano medievale. Un tempo era circondato da mura difensive che furono in seguito sostituite dal Planty, un parco curiosamente sagomato. Delle antiche fortificazioni sono rimasti solo un frammento con la Porta di Florian, alcune torri e il Barbacane. La piazza del mercato principale (10 acri) svolge un ruolo nel salone di Cracovia. È abbellito dalla Sala dei panni, dalla Chiesa di Santa Maria, dalla minuscola Chiesa di San Adalberto, dalla Torre del Municipio e da molte vecchie case, ognuna con la sua genealogia storica. Quasi tutti i siti e gli edifici che creano l'atmosfera unica di Cracovia si trovano nelle strade che si affacciano sulla Piazza del Mercato o situati nelle immediate vicinanze: chiese, monasteri e conventi, palazzi, vecchie case borghesi ed edifici universitari.Il Wawel è un posto speciale per lo stato della Polonia - è sempre stato un simbolo del glorioso passato del Paese e del potere dell'ex Commonwealth. Molto attraente è il Castello Reale che ha acquisito la sua forma rinascimentale all'inizio del XVI secolo. Ospita preziose collezioni d'arte che includono 138 arazzi rinascimentali fabbricati dai tessitori di Bruxelles.

    Le chiese in legno nella regione Malopolska

    Alcune di queste chiese hanno diverse centinaia di anni e sei di loro sono state iscritte nella lista del patrimonio culturale mondiale dell'UNESCO.:non sono state progettate da architetti famosi ma sono state costruite da semplici falegnami. La più antica è la chiesa del XV secolo a Haczów, costruita in legno di abete e ricoperta di scandole. Frammenti di dipinti murali furono scoperti all'interno della chiesa. Di grande valore è la chiesa con il tetto in scandole di Blizne. Eretta alla fine del XV secolo, contiene anche frammenti di dipinti murali gotici e rinascimentali. La sagoma armoniosa della chiesa ha un originale tetto a spirale. La chiesa di Binarowa vanta un prezioso dipinto murale raffigurante scene del Nuovo Testamento e una figura di Madonna scolpita in legno del XIV secolo. Molti dipinti unici, sculture e opere d'arte possono essere ammirati nella chiesa del XV secolo a Dębno. Le decorazioni interne della chiesa di Lipnica Murowana includono preziosi dipinti murali, nonché dipinti e sculture barocche. I sei percorsi sulla Route of Timber Architecture nella regione di Małopolska sono lunghi oltre 1500 chilometri. Presentano 232 costruzioni in legno di grande valore, tra cui 123 chiese romano-cattoliche, 39 chiese ortodosse, 25 complessi rurali e di piccole città e 27 musei di architettura rurale che comprendono 9 skansens e 14 manieri di campagna. La Route of Timber Architecture nella regione di Małopolska è una nuova offerta turistica che presenta gli esempi più belli di architettura in legno in Polonia.

    Qual è l’età minima per il noleggio auto in Polonia?

    Per poter guidare una macchina a noleggio in Polonia è necessario aver compiuto 18 anni ed essere in possesso di patente valida. Quest'età minima può innalzarsi in base all'autonoleggiatore presso cui si ritira l'auto. Per questo motivo è importante inserire sempre l'indicazione dell'età del guidatore quando si prenota online dal sito Auto Europe. Il nostro sistema di prenotazione filtrerà le offerte di autonoleggio compatibili con l'età del guidatore. Inoltre, fino ai 24 anni potrebbero essere presenti costi aggiuntivi per guidatori giovani.

    Sono previsti pedaggi per il mio autonoleggio in Polonia?

    Troverete tre strade a pedaggio in Polonia: sono le autostrade A1, A2, A4. Il sistema di pedaggio in uso per le strade a pagamento funziona mediante il pagamento del pedaggio presso i caselli situati su strade di accesso, incroci, sulle sezioni finali delle autostrade. La tariffa dipende dal tipo di veicolo e dalla distanza percorsa. Si raccomanda di procurarsi preventivamente denaro contante perché non sempre potrebbe essere possibile pagare con carta di credito.

    Un po’ di storia

    La storia della Polonia ha le sue radici nelle prime migrazioni degli slavi, che stabilirono insediamenti permanenti nelle terre polacche durante l'Alto Medioevo. Il duca Mieszko I (morto nel 992) è considerato di fatto il creatore dello stato polacco ed conosciuto per l'adozione del cristianesimo occidentale che seguì il suo battesimo nel 966. Il ducato di Polonia di Mieszko fu formalmente ricostituito come regno medievale nel 1025 dal suo figlio Bolesław I il Coraggioso, noto per l'espansione militare sotto il suo dominio. Durante il periodo della dinastia jagellonica, tra il XIV e il XVI secolo, gli stretti legami con il Granducato di Lituania portarono un rinascimento culturale in Polonia e una continua espansione territoriale che culminò con l'istituzione del Commonwealth polacco-lituano nel 1569.

    Dalla metà del XVII secolo, tuttavia, l'enorme stato entrò in un periodo di declino causato da guerre devastanti e dal deterioramento del suo sistema politico. Importanti riforme interne furono introdotte nella seconda parte del XVIII secolo, in particolare nella Costituzione del 3 maggio 1791, ma le potenze vicine non permisero che il processo di riforma avanzasse. L'esistenza indipendente del Commonwealth terminò nel 1795 dopo una serie di invasioni e divisioni del territorio polacco realizzate dall'Impero russo, dal Regno di Prussia e dalla monarchia asburgica.

    Fino al 1918 non è esistito uno stato polacco veramente indipendente, sebbene operassero forti movimenti di resistenza polacca. L'opportunità di riguadagnare l'indipendenza si materializzò solo dopo la prima guerra mondiale, quando i tre poteri imperiali di divisione furono fatalmente indeboliti a seguito della guerra e della rivoluzione. La Seconda Repubblica Polacca, fondata nel 1918, è esistita come stato indipendente fino al 1939, quando la Germania nazista e l'Unione Sovietica la invasero, dando di fatto inizio della seconda guerra mondiale. Milioni di cittadini polacchi morirono nel corso dell'occupazione nazista della Polonia tra il 1939 e il 1945, sterminati dai nazisti. Un governo polacco in esilio comunque funzionó durante la guerra e i polacchi hanno contribuito alla vittoria degli Alleati attraverso la partecipazione a campagne militari sul fronte orientale e occidentale. I progressi verso ovest dell'Armata Rossa sovietica nel 1944 e nel 1945 costrinsero le forze della Germania nazista a ritirarsi dalla Polonia, il che portò alla fondazione di uno stato satellite comunista dell'Unione Sovietica, noto dal 1952 come Repubblica Popolare Polacca.

    A seguito degli adeguamenti territoriali richiesti dai vincitori alleati alla fine della seconda guerra mondiale nel 1945, il centro di gravità geografico della Polonia si spostò verso ovest e le terre polacche ridefinite persero ampiamente il loro storico carattere multietnico attraverso lo sterminio, l'espulsione e migrazione di vari gruppi etnici durante e dopo la guerra. Alla fine degli anni '80, il movimento di riforma polacco Solidarnosc divenne cruciale nel determinare una transizione pacifica da uno stato comunista a un sistema economico capitalista e una democrazia parlamentare liberale. Questo processo ha portato alla creazione del moderno stato polacco: la terza Repubblica polacca, fondata nel 1989.

    Qual è la valuta in Polonia?

    L'unità monetaria della Polonia è lo Zloty. Per poter avere moneta contante è possibile prelevare ai bancomat. È sempre consigliabile però cambiare del denaro già in Italia, in modo di avere a disposizione già dei contanti per le spese iniziali. Se desideri cambiare degli euro una volta giunti in Polonia, sarà possibile farlo presso le banche o gli uffici di cambio (kantor).

    In quale fuso orario si trova la Polonia?

    La Polonia ha lo stesso fuso orario e ora legale dell'Italia.

    Quali sono le espressioni più comuni in Polonia?

    La lingua ufficiale della Polonia è il polacco, una lingua slava che difficilmente gli italiani imparano e sanno usare. Per farsi capire sul posto è possibile usare in alternativa l'inglese o il tedesco che sono generalmente conosciute e parlate dai più giovani. Di seguito vogliamo suggerirvi qualche frase che può risultare utile in loco.

    Buongiono - Dzień dobry
    Buona sera - Dobry wieczór
    Arrivederci - Do widzenia
    Ktoś mówi po angielsku? - Parla inglese?
    Può ripetere? - Proszę powtórzyć?
    Dov'è l'ospedale? - Gdzie jest najbliższy szpital?
    Divieto di parcheggio - Zakaz parkowania
    Senso unico - Droga jednokierunkowa

    Elettricità - Serve un adattatore in Polonia?

    Il voltaggio della corrente elettrica in Polonia è di 230v / 50 Hz e si usa la spina europea a due poli. Per dispositivi con spina a tre poli si rende necessario l'uso di un adattatore.

    È necessario un visto per viaggiare in Polonia?

    La Polonia fa parte della Comunità Europea e dunque i cittadini italiani che vogliono viaggiare e muoversi nel paese devono poter esibire un passaporto o una carta d'identità in corso di validità qualora venga richiesta per essere identificati. Se ti occorre aiuto o assistenza durante il tuo soggiorno in Polonia puoi rivolgerti all'Ambasciata italiana a Varsavia. Se sei in vacanza a Cracovia, Breslavia o Katowice è possibile rivolgersi agli uffici consolari del posto.

    Ambasciata d'Italia a Varsavia
    Plac Dabrowskiego, 6
    00-055 Varsavia, Polonia
    Telefono: +48 22 8263471/2/3/4
    Email: ambasciata.varsavia@esteri.it

    Posso noleggiare un camper in Polonia?

    Noleggiando un camper in Polonia con Auto Europe potrete esplorare al meglio le bellezze di questa terra ricca di foreste e parchi naturali! Non perdete l’occasione di visitare gemme come Poznan, Stettino o Lublino a bordo di una confortevole casa a quattro ruote!

    Link utili

    Ufficio del turismo di Polonia

    Recensioni dei clienti - Trustpilot

    Torna su