Auto Europe

  • ITALIA
  • Contatta i nostri specialisti

    AUTONOLEGGIO LOW COST A GRAN CANARIA

    Noleggio auto in tutto il mondo
    Alamo Rental Car
    Avis Car Rental
    Budget Rental Car
    Dollar Car Rental
    Europcar
    Hertz
    National Car Rental
    Sixt Rent a Car
    Noleggio auto in tutto il mondo
    Perché prenotare con noi
    • Confronto delle migliori offerte
    • Cancellazione gratuita 48h prima del ritiro auto
    • Nessuna tassa sulla carta di credito
    • Supporto telefonico lun-sab
    • 24.000 sedi di noleggio in tutto il mondo

    Noleggio auto a Gran Canaria al miglior prezzo

    Scoprite con un noleggio auto a Gran Canaria le bellezze di quest'isola: sole, sabbia e primavera eterna. La terza isola più grande delle Canarie, come suggerisce il soprannome di "continente in miniatura", ha molto di più da offrire ai suoi visitatori che spiagge infinite e bel tempo con 300 giorni di sole all'anno: vi potete aggiungere per esempio un fantastico paesaggio vulcanico di montagna con pittoreschi villaggi di montagna, graziose cittadine con il tipico fascino e l'atmosfera delle Canarie, diverse zone climatiche con una fauna e una flora affascinanti, un'interessante storia e cultura, deliziose specialità locali e innumerevoli attività all'aperto. Con un noleggio auto a Gran Canaria è possibile esplorare l'isola in modo completamente indipendente. Con la sua forma quasi perfettamente circolare, circondata dall'Oceano Atlantico, ha una rete stradale ben sviluppata e un diametro di soli 50 chilometri, che la rende ideale per percorrerla con facilità. Non è consigliabile cercare un'auto a noleggio direttamente sul posto, in quanto l'essere un'isola può portare, in determinati periodi dell'anno, ad una scarsa disponibilità di veicoli e quindi a prezzi più alti. È meglio prenotare la vostra auto a noleggio il più presto possibile e preferibilmente con noi, perché come broker indipendente di noleggio auto possiamo aiutarvi a confrontare le numerose e diverse offerte delle società di noleggio e scegliere la migliore tariffa. Avete la possibilità di ritirare la vostra auto a noleggio all'aeroporto di Gran Canaria o nel capoluogo dell'isola, Las Palmas.

    Con Auto Europe il vostro autonoleggio a Gran Canaria sarà un'esperienza indimenticabile! Dal 1954, Auto Europe è società di brokeraggio di auto a noleggio che opera in collaborazione con le più prestigiose società di autonoleggio internazionali, regionali e locali di tutto il mondo, come Avis, Budget, Europcar e Hertz. Grazie a decenni di partenariato siamo in grado di negoziare i migliori sconti e condizioni speciali per voi. Poiché non addebitiamo alcun costo di cancellazione o di cambio di prenotazione, fino a 48 ore prima dell'inizio del noleggio, avrete la possibilità di rimanere completamente flessibili nella vostra pianificazione. Prenotare un'auto a noleggio con noi è semplice e sicuro: dopo aver inserito i vostri dati di noleggio (giorno, ora e località) nella maschera collocata nella parte superiore della pagina, dopo pochi secondi di attesa visualizzerete una tabella chiaramente ordinata con le offerte dei nostri partner di cooperazione. Prendetevi il tempo che vi serve per scegliere l'offerta giusta, scoprire tutti i dettagli sulle tariffe e gli extra e prenotare la vostra auto a noleggio. Se avete domande o se preferite una consulenza personale, i nostri esperti di prenotazione sono a vostra disposizione, e sono raggiungibili ogni giorno al numero +39 06 948 045 37.

    Com'è il traffico a Gran Canaria?

    Gran Canaria non ha un'estensione particolarmente grande, con un diametro di 50 chilometri. La rete stradale è ben sviluppata nel nord e nell'est dell'isola e tutte le destinazioni sono facilmente raggiungibili con un'auto a noleggio. Una delle arterie di traffico più importanti dell'isola, l'Autovia (superstrada) GC-1 corre lungo la costa orientale da Las Palmas attraverso l'aeroporto, fino alla regione turistica di Maspalomas; a partire dall'aeroporto, la GC-1 è Autopista, quindi autostrada. Negli spostamenti verso l'interno dell'isola e verso le montagne, bisogna tenere presente che le strade sono spesso molto strette e ripide e si snodano su e giù per le montagne. A Gran Canaria, le barriere antiurto (guard rail) molto comuni nelle nostre strade sono poco frequenti, il che significa che bisogna prestare attenzione particolare. Il più delle volte, lo stile di guida dei piloti delle Canarie è molto premuroso ma anche "sportivo". Si consiglia di guidare perciò in modo molto prudente, stando ben attenti quando si incrociano altre auto. Inoltre, prima di guidare in montagna bisogna sempre assicurarsi di avere abbastanza carburante nel serbatoio, perhè all'interno i distributori di carburante sono rari. Naturalmente ci sono anche diverse strade sterrate: nella maggior parte dei casi - a seconda della società di noleggio e della categoria del veicolo - la guida su queste strade con l'auto a noleggio non è consentita, sia per l'incolumità dei passeggeri che per quella del veicolo: un evento dannoso in queste circostanze non sarebbe perciò coperto dall'assicurazione. Se state pianificando viaggi in luoghi molto remoti in montagna, informatevi in anticipo sulle condizioni delle strade. Il personale della vostra agenzia di noleggio sarà lieto di fornirvi le opportune indicazioni. Per ulteriori informazioni sulla guida a Gran Canaria potrete consultare la nostra pagina dedicata alle regole stradali in Spagna.

    Naturalmente, a Gran Canaria, si guida sul lato destro della strada e si sorpassa a sinistra. Il limite massimo di velocità per le auto è di 120 km/h sulle autostrade, 100 km/h sulle superstrade, 90 km/h fuori dai centri abitati e 50 km/h nei centri abitati, spesso 30 km/h. Quando si guida, è necessario portare sempre con sé i documenti di identità, la patente di guida, i documenti dell'auto e il contratto di noleggio. Il limite di alcolici in Spagna è dello 0,5 per mille, per i principianti nei primi due anni il limite è dello 0,3 per mille. Senza un kit vivavoce, è vietato l'uso del cellulare durante la guida. Con un sistema vivavoce, telefonare è consentito solo senza cuffie. L'uso delle cinture di sicurezza è obbligatorio per tutti gli occupanti del veicolo, mentre i neonati e i bambini fino ad un'altezza di 135 cm devono essere trasportati in un seggiolino adeguato al loro peso e alla loro altezza, e necessariamente sul sedile posteriore; possono viaggiare sul sedile del passeggero anteriore nel seggiolino per bambini solo se i posti sul sedile posteriore sono già occupati da altri bambini, avendo cura di disattivare il sistema di air bag. Come in Italia, i veicoli già in una rotatoria hanno il diritto di precedenza. Anche se in Spagna, come in Italia, sembra essere un mezzo di comunicazione collaudato e diffuso, è vietato suonare il clacson senza un buon motivo. Guidare in costume da bagno, con scarpe inadatte, come sandali aperti, infradito, a piedi nudi, o guidare con una mano sola non solo è pericoloso, ma anche proibito ed è punito con pesanti multe. Si noti che per le infrazioni al codice della strada spagnolo le sanzioni sono molto elevate e partono da 100 euro in su.

    Per ritirare il vostro noleggio auto a Gran Canaria, avrete bisogno del voucher Auto Europe stampato, del passaporto o della carta d'identità come prova di identità, della patente di guida valida per tutti i conducenti e di una carta di credito intestata al conducente principale. Vi consigliamo caldamente di leggere il contratto di locazione che vi viene presentato: i servizi e le condizioni elencate nel contratto devono essere gli stessi indicati nel vostro voucher Auto Europe. Se non capite qualcosa, chiedete al personale dell'agenzia di noleggio, e quando ritirate il vostro veicolo, assicuratevi che tutti i danni già presenti siano elencati nel protocollo di consegna. Se si scoprono altri danni, è fondamentale che questi vengano riportati, poiché l'auto verrà controllata anche al momento della restituzione, e i danni non precedentemente segnalati saranno a vostro carico.

    Dove posso parcheggiare il mio autonoleggio a Gran Canaria?

    Quando si cerca un parcheggio a Gran Canaria, è necessario prestare attenzione alla segnaletica a bordo strada. Nei parcheggi contrassegnati in blu è necessario acquistare un ticket di parcheggio e può esserci un tempo massimo di durata dello stesso. I contrassegni verdi indicano i parcheggi per i residenti, che possono essere utilizzati anche dai non residenti in determinati orari, e sono indicati da cartelli. Il parcheggio è vietato sui posti auto contrassegnati in giallo. A Las Palmas, trovare un parcheggio gratuito in strada può essere una molto difficoltoso, in certe zone o in certi orari. Quindi è consigliabile parcheggiare l'auto a noleggio in uno dei garage o in un parcheggio di superficie a pagamento. Le tariffe non sono molto alte e si risparmia tempo e nervi.

    Aeroporto di Gran Canaria

    L'aeroporto internazionale di Gran Canaria si trova sulla costa orientale dell'isola, nella baia Bahia de Gando, a circa 25 chilometri a sud del capoluogo dell'isola, Las Palmas. L'aeroporto, attivo 24 ore su 24, conta 13,6 milioni di passeggeri all'anno, il che lo rende il quinto aeroporto più grande della Spagna. Come destinazione per tutto l'anno, Gran Canaria è servita, con o senza scalo, da vari aeroporti italiani in tutte le stagioni, ma particlarmente da metà primavera a metà autunno. A seconda del punto di partenza, il tempo di volo è compreso tra le quattro e le sette ore. Troverete gli uffici per l'autonoleggio nel terminal presso l'area arrivi al livello 0.

    Aeroporto internazionale di Gran Canaria (LPA)
    Pagina web: www.aena.es
    Indirizzo: Autopista GC-1, 35230 Las Palmas, Gran Canaria, Spagna
    Telefono: +34 913 211 000

    Cosa fare a Gran Canaria?

    Ci sono così tante cose da fare o da vedere a Gran Canaria, che davvero tutti possono trascorrere qui una vacanza indimenticabile: ogni tipo di interesse può qui trovare soddisfazione: volete una vacanza sportiva sull'acqua o a terra? O volete una festa continua ogni notte in un luogo diverso? O preferite un mix di relax e benessere? O una vacanza in una finca in un villaggio di montagna? O migliorare il vostro handicap in un golf resort? Non importa cosa avete in mente, troveremo l'auto a noleggio giusta per voi: da una piccola e agile city car agile a una spaziosa station wagon per la famiglia fino ad una cabriolet chic. Ecco alcune nostre proposte:

    • Las Palmas - Una delle attrazioni turistiche da non perdere è sicuramente il capoluogo dell'isola Las Palmas de Gran Canaria, che condivide la funzione di capoluogo dell'arcipelago con Santa Cruz de Tenerife. Non perdete l'opportunità di fare una passeggiata nei due bellissimi quartieri più antichi della città, Vegueta e Triana, con la loro architettura splendidamente ristrutturata, le piazze affollate e i parchi idilliaci e molti tapas bar pittoreschi ma alla moda, caffè con tavolini sul marciapiede, bistrot e ristoranti. Si può imparare molto sul periodo pre-ispanico dell'isola e sui suoi aborigeni nel Museo Canario nella Calle del Doctor Verneau 2. Le opere del più importante pittore canario, Néstor Martin-Fernández de la Torre sono esposte nel Museo Néstor nel Pueblo Canario, nel tradizionale stile architettonico canario del Parque Doramas. Seguendo le tracce di Cristoforo Colombo, che si dice abbia fatto scalo a Las Palmas prima del suo viaggio in America, vi troverete nel Museo di Colombo, collocato appunto nella Casa de Colón dietro la Cattedrale di Santa Ana. Negli stand del Mercado de Vegueta in Calle de Mendizabal, aperto nel 1858, si possono acquistare tutti i prodotti freschi e le specialità locali; e, per essere chiari, il mercato non è una attrazione fasulla per i turisti, ma è completamente autentico, e frequentato dai locali. Gli orari di apertura sono dal lunedì al giovedì dalle 6.30 alle 14, il venerdì e il sabato dalle 6.30 alle 15, la domenica è chiuso. E per finire, non mancate la fantastica spiaggia cittadina Playa de Las Canteras, lunga più di tre chilometri.

    • Il carnevale - Come in Brasile, il periodo del Carnevale è frastornante, colorato e molto rumoroso. Da febbraio all'inizio di marzo, la vita impazza, tra caldi ritmi latinoamericani con lunghe ed elaborate processioni, gruppi di ballo e bande musicali, feste di strada fino alle prime ore del mattino, feste in costume e concorsi, come l'elezione della regina del carnevale, della Children's Queen e della Drag Queen. Senza dimenticare i concorsi per i migliori gruppi musicali, i cui testi satirici prendono in giro il governo, per poi finire tutto con la cerimonia di chiusura, l'Entierro de la sardina, il tradizionale funerale di una sardina gigante di cartone sulla spiaggia. La roccaforte dello spettacolo è Las Palmas, ma molte altre comunità festeggiano su scala più piccola, ma in modo altrettanto allegro e colorato.

    • Le spiagge - Se amate le vacanze al mare, ma non volete stendere l'asciugamano sempre nello stesso posto, allora qui avrete solo l'imbarazzo della scelta, con una gamma tra 60 chilometri di spiaggia (sabbia o ciottoli, piccole baie o grande distese di sabbia, con o senza infrastrutture, vivaci o piuttosto solitarie). E tutto questo con temperature di balneazione perfette tra i 20 e i 30 °C e una brezza costante che impedisce che l'aria diventi troppo calda o soffocante. Gli sportivi potranno divertirsi a nuotare, andare in barca a vela, fare surf, windsurf, kite surf, stand-up paddling, snorkeling e immersioni nell'azzurro dell'Atlantico, oppure arrampicarsi, fare escursioni a piedi, in mountain bike e in bicicletta attraverso il fantastico paesaggio montano, giocare a golf su campi con una vista fantastica, oppure volare in parapendio o fare paracadutismo.

    Le migliori escursioni con il mio noleggio auto a Gran Canaria

    Che ne dite di percorrere in modo più dettagliato quest'isola incredibilmente varia. Eccovi alcune direzioni che potreste intraprendere.

    • Verso nord - Una festa per gli occhi è il piccolo luogo di pellegrinaggio Teror, a circa 18 chilometri a sud-ovest di Las Palmas, con un bellissimo centro storico splendidamente conservato nella tipica architettura canaria, pochi turisti e la graziosa basilica Nuestra Senora del Pino. I numerosi balconi in legno delle case del centro del paese erano un tempo l'espressione della ricchezza degli abitanti - più grandi e più artistici sono, si diceva, meglio è. Ancora oggi, Teror è meta di circa 200.000 pellegrini il 7 e 8 settembre, giorno della patrona Virgen del Pino di Gran Canaria. Qui si dice che la Vergine Maria sia apparsa ad alcuni pastori in un pino l'8 settembre 1481. Questo pino, che secondo le ultime ricerche ha in realtà tra i 600 e gli 800 anni, è uno dei pini più maestosi delle Canarie. Il centro storico del piccolo villaggio di El Roque, sulla costa settentrionale, gode di una posizione particolarmente spettacolare: qui le case sono letteralmente incastrate su una scogliera di basalto che si protende nel mare spesso agitato. Molto interessante è anche il percorso circolare attraverso la riserva naturale di 92 ettari Reserva Natural Especial de los Tilos de Moya, gli ultimi resti di una giungla subtropicale che 500 anni fa ricopriva gran parte dell'isola, che consiste principalmente di alberi di alloro e che diffonde il suo aroma nell'aria. Il Centro di conservazione della natura all'ingresso del parco fornisce informazioni sulla flora e la fauna originali delle Canarie. La riserva fa parte del Parco Nazionale di Doramas vicino a Moya, una piccola città da sogno incastonata nella montagna, che gode di una splendida vista e di relativamente pochi visitatori. Uno dei siti archeologici più importanti delle Isole Canarie è Cueva Pintada, un museo e parco archeologico in Calle Audiencia 2 nel villaggio di Gáldar, nell'estremo nord-ovest di Gran Canaria, a circa 25 chilometri da Las Palmas e facilmente raggiungibile tramite l'Autovia GC-2 in circa 30 minuti. In questo complesso di scavi si trova un grande insediamento preistorico dei Canarios, gli indigeni di Gran Canaria, con molte abitazioni perfettamente ricostruite e diverse grotte, tra cui la grotta più grande, la Cueva Pintada è adornata con impressionanti pitture rupestri indigene. Durante gli scavi sono stati trovati molti oggetti di uso domestico delle Canarie, che danno un'interessante visione delle condizioni di vita delle Canarie in quel periodo. Altrettanto affascinante è il sito di scavo di Cenobio de Valerón vicino a Guia, con impressionanti grotte di stoccaggio di grano e altri alimenti, scavate nella roccia circa 800 anni fa.

    • Verso ovest- Ad ovest si trova la grande foresta e la zona escursionistica di Pinar de Tamadaba, a circa 16 chilometri da Artenara. A circa 1.500 metri di altitudine si cammina attraverso la bellissima pineta con una vista spettacolare: in una giornata limpida si può arrivare a vedere il Teide a Tenerife. In ogni caso, consigliamo una deviazione verso l'idilliaca Artenara, il villaggio più alto di Gran Canaria, con una vista panoramica mozzafiato sul magnifico paesaggio montano, soprattutto dalla piattaforma panoramica Mirador de Unamuno, posto alla fine della piazza della chiesa del paese. Un'altra particolarità è che molti abitanti vivono qui in abitazioni rupestri: i portici della facciata sono simili alle case normali, ma la parte posteriore della casa si trova nella roccia. Già in epoca preistorica i Canari, gli abitanti originari di Gran Canaria, vivevano nelle grotte, ma ancora oggi queste abitazioni sono utilizzate sfruttando le proprietà della morbida pietra di tufo, sfruttando il vantaggio climatico che comporta (fresco d'estate, caldo d'inverno). A Gran Canaria ci sono circa 2.000 abitazioni in grotta, di cui circa un quinto ad Artenara. Nel museo etnografico delle grotte, la Casa Museo Santiago Aranda, si può vedere come la gente viveva e si riposava nelle abitazioni delle grotte e imparare molti dettagli interessanti sulla dura vita nelle montagne di Gran Canaria. Quasi esattamente nel centro geografico dell'isola, al centro di una riserva naturale, si trova il punto di riferimento di Gran Canaria e l'ex luogo di culto dei Canari, il Roque Nublo (Roccia delle Nuvole), un sorprendente monolito alto 80 metri in cima alla terza montagna più alta dell'isola, a circa 1.800 metri di quota. Dopo una breve escursione di circa un'ora, ma piuttosto impegnativa, si può apprezzare, quando è bel tempo, una splendida vista panoramica sul magnifico paesaggio montano. Ma ciò che colpisce particolarmente è lo spettacolo dell'alba al Roque Nublo o la primavera, quando i fiori selvatici sono in fiore. Con un'autonoleggio a Gran Canaria, il Roque Nublo è raggiungibile in circa un'ora da Las Palmas; prima o dopo l'escursione, fermatevi a Tejeda, un grazioso e sonnolento paesino di montagna, in una delle sue pasticcerie (dulceria), e concedetevi le sue specialità peccaminosamente deliziose come polvorones, mantecados, pinones, mazapan, Almendras Rellenas o Bienmesabe, una crema appettitosa allo zucchero di mandorla con tanta cannella e ingredienti che creano una vera e propria "dipendenza".

    • Verso sud - Una destinazione da non perdere è Puerto de Mogán nel sud-ovest dell'isola. L'affascinante villaggio di pescatori con un grande porto turistico è chiamato anche "Venezia di Gran Canaria", in quanto è attraversato anche da canali, sui quali a loro volta sono disposti numerosi ponticelli. Nel parco naturale settentrionale di Ojeda, Inagua y Pajonales, si possono fare delle belle passeggiate con viste mozzafiato. Nelle Dunas de Maspalomas, un paesaggio punteggiato di dune lungo sei chilometri e largo due chilometri, che comprende un lago interno, tra i centri turistici di Maspalomas e Playa del Ingles, nella punta meridionale di Gran Canaria, vi farà sentire in pieno Sahara. La sabbia non è stata, come spesso si suppone, soffiata dal vento della vicina Africa, ma è prodotta dalla natura del luogo: conchiglia e calcare corallino finemente macinati e portati a riva dalla risacca marina, che si ammassa fino a 12 metri, formando dune a forma di falce, e che si muovono verso l'interno spinte dal vento che soffia costantemente tutto l'anno. Al fine di preservare il delicato ecosistema, il paesaggio dunale è sotto tutela paesaggistica: tuttavia, i sentieri segnalati con numerosi cartelli informativi vi consentiranno anche un'interessante scoperta della vegetazione e del mondo animale; vi consigliamo la passeggiata la mattina presto o la sera. Nel Mundo Aborigen, un parco all'aperto nella gola di Fataga, inaugurato nel 1994, è stato ricostruito un villaggio di Canarios, in cui le scene di vita quotidiane preispaniche sono rappresentate in modo impressionante con bambole a grandezza naturale. Ci sono anche molte informazioni di base sull'alimentazione, l'artigianato, l'agricoltura, le strutture sociali della comunità del villaggio, l'assistenza ai malati e ai feriti, ecc.; se ne sconsiglia però la visita ai bambini più piccoli e sensibili. Il parco si trova a circa otto chilometri a nord di Maspalomas, direttamente sulla strada GC-60, nota come Carretera Fataga. Nel Barranco di Guayadeque, vicino ad Agüimes, si trovano molte grotte di epoca preispanica sulle pendici delle montagne: alcuni di esse, per esempio nel villaggio di grotte Cuevas Bermejas, sono ancora oggi abitate, ma ora con tutti i comfort della vita moderna. Nella valle si può visitare una cappella rupestre e mangiare in uno dei ristoranti in autentico stile rupestre. Il Museo Centro de Interpretación de Guayadeque, situato sulla strada GC-103, è anch'esso costruito nella roccia e informa in modo molto dettagliato sui ritrovamenti archeologici nella gola e sulla loro importanza culturale e storica.

    Informazioni geografiche e cenni storici

    Gran Canaria è la terza isola per grandezza delle Isole Canarie, politicamente appartenenti alla Spagna, poste nell'Oceano Atlantico centro-orientale. Si trova al centro dell'arcipelago tra Fuerteventura e Tenerife, a circa 200 chilometri a ovest del Sahara occidentale. Tutte le isole del gruppo (otto abitate e diverse piccole isole secondarie disabitate) sono di origine vulcanica e appartengono geologicamente e geograficamente al continente africano. Il capoluogo dell'isola e la più grande città delle Isole Canarie è Las Palmas de Gran Canaria nel nord-est dell'isola, da non confondere con la piccola isola canaria La Palma o la capitale maiorchina Palma de Mallorca. A Gran Canaria vivono circa 860.000 persone, di cui circa 380.000 a Las Palmas. L'isola, quasi circolare, è grande circa 1.560 chilometri quadrati, ha un diametro di 50 chilometri e una circonferenza di 236 chilometri. Il clima mite, lo splendido paesaggio e le innumerevoli possibilità di praticare sport all'aperto fanno di Gran Canaria una destinazione attraente e popolare che può essere visitata tutto l'anno.

    Probabilmente a partire dal 500 a.C. in poi, i primi coloni furono portati sull'isola da marinai fenici provenienti dal Nord Africa e dalla parte più meridionale della Penisola Iberica; nei secoli successivi, continuò l'insediamento in tutte le Isole Canarie. Poiché i contatti con la terraferma e le isole vicine si diradarono, forse si interruppero completamente, nel IV secolo d.C. a causa del declino dell'Impero Romano, i vari coloni svilupparono la loro cultura propria di Gran Canaria. Con l'arrivo di Juan Rejón a Gran Canaria nel 1478, un conquistatore spagnolo con la missione di prendere l'isola per la corona spagnola, tutto terminò per la cultura indigena, che venne completamente spazzata via in breve tempo. L'odierno capoluogo dell'isola, Las Palmas, è stata utilizzata come base per la flotta spagnola, che si fermò spesso qui durante i suoi viaggi verso l'America, per caricare le provviste e far riparare le navi. Il resto dell'isola rimase molto povero, nonostante i numerosi sforzi nel settore agricolo (produzione di zucchero, viticoltura), fino all'inizio del XX secolo, quando iniziò lentamente lo sviluppo dell'industria turistica. Rallentato dalle due guerre mondiali e dalla guerra civile spagnola, il turismo è cresciuto rapidamente negli anni '60. Oggi, circa tre milioni di turisti visitano l'isola ogni anno: il turismo e le relative industrie di servizi sono la principale fonte di reddito con circa l'80% del prodotto interno lordo.

    Gran Canaria, come le altre isole Canarie, ha un clima equilibrato e subtropicale con 300 giorni di sole, inverni miti ed estati piacevolmente calde a causa degli alisei: le temperature dell'aria variano tra i 20°C e i 30°C durante l'anno. Per questo motivo le Isole Canarie sono anche chiamate "Isole dell'Eterna Primavera" e sono molto popolari come meta turistica tutto l'anno. In generale, si ritiene che il nord sia un po' più fresco e un po' più piovoso del sud, molto secco, sempre tenendo presente che i giorni di pioggia sono abbastanza rari in tutta l'isola. Tuttavia, i quasi 2.000 metri raggiunti dalle montagne vulcaniche al centro dell'isola dividono l'isola in diverse zone microclimatiche: ecco perché il nord, con la sua rigogliosa vegetazione subtropicale, si differenzia dal sud, brullo e soleggiato.

    Come muoversi a Gran Canaria

    Gran Canaria ha veramente molto da offrire: il capoluogo dell'isola, Las Palmas, con il suo vivace fascino coloniale, le graziose città costiere, l'affascinante interno con le sue selvagge montagne vulcaniche e i pittoreschi villaggi di montagna, chilometri di ampie spiagge sabbiose, un fantastico paesaggio dunale nel sud, sono solo alcuni esempi. Se volete vedere il più possibile Gran Canaria, potete raggiungere le vostre mete in autobus o in taxi. Ma si è sicuramente più indipendenti e flessibili quando si noleggia un'auto a Gran Canaria. Non è consigliabile cercare di noleggiare un'auto dopo l'arrivo a Gran Canaria, poiché, a causa della posizione dell'isola, in alcune stagioni può esserci penuria di offerta, che può portare a prezzi notevolmente più alti. È meglio prenotare il prima possibile per assicurarsi di ottenere i prezzi e le condizioni più interessanti. In qualità di rinomato broker di noleggio auto, organizziamo le migliori offerte dei nostri partner di cooperazione di lunga data, come Avis, Europcar e Hertz. Con noi potete facilmente confrontare i prezzi di noleggio sulla nostra maschera di prenotazione e scegliere l'offerta più adatta a voi. Se preferite essere consigliati personalmente o se avete domande, siamo a vostra disposizione tutti i giorni al numero di telefono +39 06 948 045 37.

    • La compagnia di autobus Global serve, con numerose linee di autobus pubblici, molte località dell'isola. Gli autobus sono di un luccicante blu turchese o di un vivace giallo canarino, e si chiamano guaguas. A Las Palmas ci sono sia autobus urbani pubblici (Guaguas municipales) che turistici (Guaguas turisticas). Gli orari degli autobus e i prezzi dei biglietti sono disponibili sulla homepage dei fornitori.

    • I taxi autorizzati a Gran Canaria sono dotati di un tassametro ufficialmente calibrato e hanno tariffe approvate dal governo dell'isola. Queste tariffe sono costituiti da una tassa di base, da una quota variabile con i chilometri percorsi, e gli eventuali costi aggiuntivi per i viaggi da e per l'aeroporto/porto, gli eventuali tempi di attesa e di sosta, i viaggi notturni o i viaggi di domenica e nei giorni festivi, ecc. Naturalmente, le corse in taxi possono essere prenotate in anticipo per telefono o online. Per esempio, un viaggio dall'aeroporto a Las Palmas costa circa 35 euro, verso il centro turistico di Maspalomas il costo varia tra 45 e 50 euro.

    Link utili

    Ufficio del turismo di Gran Canaria

    Portale della città di Las Palmas di Gran Canaria